Walter Molino

Serie A, Torino-Inter: presentazione e probabili formazioni

Serie A, Torino-Inter: presentazione e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Uno scontro nell’ultimo precedente

TORINO, 16 SETTEMBRE – Stasera alle ore 20:45 all’Olimpico si chiuderà la terza giornata di Serie A, la prima “canonica” (con un solo posticipo alla domenica sera). Si affrontano Torino ed Inter, la prima volta di Stramaccioni contro Mister Ventura. I nerazzurri tentano il riscatto dopo la sconfitta interna contro la Roma, mentre il Torino tenta di continuare la striscia positiva dopo i 4 punti ottenuti sul campo nelle prime due giornate.

I DUBBI DI STRAMA – Molti pensieri frullano nella testa del giovanissimo tecnico romano. Innanzitutto il modulo. Stramaccioni starebbe infatti pensando a collaudare una difesa a 3 con Juan Jesus al fianco di Samuel e Ranocchia. Ma il modulo dovrebbe essere un nuovo 4-4-1-1, così da fronteggiare il gioco sulle fascie dei granata, con Jonathan e Zanetti da una parte, Nagatomo e Pereira dall’altra; Gargano siederà in panchina e sulla linea mediana agiranno anche Guarìn e Cambiasso. In avanti la novità clamorosa: il solo Snejider andrà in appoggio di Milito, con Cassano che partirà dalla panchina. Recupera in porta Samir Handanovic, pronto al debutto con la maglia dell’Inter.

LE CONFERME DI VENTURA – Chi ha le idee ben salde in testa, è l’espertissimo allenatore granata, che confermerà il 4-2-4 delle prime giornate con Sgrigna ad affiancare Bianchi. Sulle fasce oltre all’ex Stevanovic, agirà Vives preferito a Verdi. Dal centrocampo in giù tutto invariato con i soliti Darmian, Glik, Ogbonna e Masiello a difendere la porta di Gillet. Brighi e Gazzi agiranno da frangiflutti davanti alla difesa.

I PRECEDENTI – Sarà la 156° volta che il Torino affronta l’Inter. Il primo precedente è datato 1930 con la vittoria dell’Ambrosiana per 3-0. In generale i nerazzurri sono in vantaggio avendo battuto i granata 67 volte con 42 sconfitte. Mentre in casa il Torino ha la meglio con 31 vittorie a fronte delle 25 milanesi. Arbitra Luca Banti di Livorno. Sarà la sua 15° direzione all’Inter che vanta un ottimo score grazie alle 10 vittorie ottenute. Per i padroni di casa non troppo confortante consultare le statistiche visto che anche i precedenti dell’allenatore Ventura sono pessimi. Dei 7 incontri con l’Inter ben 3 pareggi e 4 sconfitte. Cassano è il calciatore che più volentieri sfida il Torino, in 9 incontri, 5 sono i goal segnati dal barese.

Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello; Brighi, Gazzi; Stevanovic, Bianchi, Sgrigna, Vives
Panchina: L. Gomis, Rodriguez, D’Ambrosio, Di Cesare, Basha, Gorobsov, Cerci, Verdi, Santana, Meggiorini, Sansone, Diop.

Inter (4-4-1-1): Handanovic; Zanetti, Juan, Ranocchia, Nagatomo; Guarin, Cambiasso, Pereira; Jonathan, Sneijder; Milito
Panchina: Castellazzi, Belec, Jonathan, Juan Jesus, Alvarez, Gargano, Bianchetti, Silvestre, Duncan, Palacio, Coutinho, Livaja.

A cura di Walter Molino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *