Giuseppe Alessi

Serie A, Chievo-Lazio 1-3: Hernanes show

Serie A, Chievo-Lazio 1-3: Hernanes show
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In attesa di Juve e Napoli, la Lazio sale in testa a 9 punti.

VERONA, 16 SETTEMBRE – Come ci si aspettava, Petkovic conferma lo stesso undici che ha battuto Atalanta e Palermo. Di Carlo, invece, preferisce Jokic a Frey, nella posizione di terzino sinistro, e Di Michele a Cruzado.

PRIMO TEMPO – Subito un brivido per la Lazio, quando sono appena trascorsi 15”: Luciano non arriva per un soffio ad intercettare un palla velenosa spizzata da Hetemaj. La Lazio risponde subito: è il 5′ ed Hernanes dalla trequarti approfitta della pressione blanda dei centrocampisti clivensi per dribblare in maniera molto elegante Hetemaj e Luciano quindi libera, dai 20 metri, un tracciante di sinistro che batte sul secondo palo e si insacca. Sorrentino è battuto: 0-1. La Lazio è solida dietro e riparte grazie a Klose che, oltre a recuperare due palloni importanti, al 25′ compie una bellissima incursione sulla sinistra e serve Candreva a rimorchio: la sua conclusione è ribattuta dai difensori. La risposta del Chievo si concretizza in una bella iniziativa di Hetemaj che, al 30′, converge e conclude, ma manca di pochissimo il bersaglio, con Marchetti battuto. Ma l’occasione colossale capita 5′ dopo sui piedi di Di Michele che intercetta un retropassaggio sbagliato di testa di Dias, ma a due passi da Marchetti, conclude centrale e si vede ribattuto il tiro dal portiere laziale. La Lazio, però, quando riparte fa male: Hernanes con una magia a centrocampo elude l’intervento di Jokic, porta palla fino al limite dell’area e conclude: Sorrentino ribatte corto, Klose è rapace e in tap-in realizza il 2-0. La reazione del Chievo è flebile e non produce alcunché di pericoloso.

SECONDO TEMPO Il secondo tempo si adagia su ritmi più blandi rispetto al primo tempo, questo finisce per fare il gioco della Lazio. Al 60′ la mossa di Di Carlo di inserire Rigoni e Moscardelli è chiaramente volta a dare una sferzata in avanti alla gara. Il Chievo è pericoloso al 66′ da palla inattiva: prima con Thereau che non arriva a deviare la palla di testa e poi con Cesar che non riesce a trovare la giusta coordinazione per concludere in rete. Grande occasione al 70′ capitata sui piedi di Moscardelli che, imbeccato da un delizioso filtrante di Pellissier, non inquadra lo specchio della porta. A segnare è di nuovo la Lazio, col solito Hernanes, autore di una prestazione maiuscola, che si invola in contropiede e batte Sorrentino, nell’occasione colpevole di non coprire il primo palo, da posizione defilata. All’83’ Rizzoli punisce un fallo in area di Klose su Sardo. La trasformazione è affidata a Pellissier che realizza il suo settimo gol contro la Lazio. Finisce 1-3. Da Verona la Lazio lancia un segnale importante al campionato.

UOMO PARTITA SPORTCAFE’24: Hernanes 8 – Una delle migliori prestazioni del brasiliano in Italia. E’ incontenibile. Sblocca il risultato con un’invenzione, propizia il secondo gol di Klose e, infine, chiude la partita dopo una cavalcata di 30 metri. Impreziosisce la gara con giocate straordinarie. Da stropicciarsi gli occhi.

TABELLINO

CHIEVO-LAZIO 1-3

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Sardo, Dainelli, Cesar, Jokic; Luciano, L. Rigoni, Hetemaj (61′ M. Rigoni); Thereau (80′ Stoian); Di Michele (60′ Moscardelli), Pellissier. A disp.: Puggioni, Andreolli, Viotti, Frey, Papp, Vacek, M. Rigoni, Guana, Cruzado, Samassa, Moscardelli, Stoian. All.: Di Carlo.

Lazio (4-5-1): Marchetti; Konko (46′ Scaloni), Biava, Dias, Cavanda; Candreva (79′ Ederson), Gonzalez (66′ Cana), Ledesma, Hernanes, Mauri; Klose. A disp.: Bizzarri, Carrizo, Ciani, Zauri, Cana, Lulic, Ederson, Rocchi, Zarate, Kozak, Floccari.

Arbitro: Rizzoli.

Marcatori: 5′ Hernanes, 38′ Klose, 74′ Hernanes, 83′ rig. Pellissier

Ammoniti: Dainelli, Sardo, Cesar (C); Cavanda, Ledesma (L)

Espulsi: –

Giuseppe Alessi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *