Andrea Croce

Liga, il Real e Ronaldo a Siviglia per ritrovare il sorriso

Liga, il Real e Ronaldo a Siviglia per ritrovare il sorriso
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mourinho a Siviglia per tre punti importanti

CR7 torna nel suo stadio portafortunaSIVIGLIA, 15 SETTEMBRE – Concentrazione al massimo per gli uomini di Mourinho che scenderanno in campo sapendo già il risultato di Getafe – Barcelona. La speranza di poter accorciare già da stasera sui rivali è molto forte, visti anche i precedenti, ma l’insidia maggiore potrebbe essere un’eventuale vittoria dei catalani che si porterebbero virtualmente a +8.

UNA PAUSA MOVIMENTATA – Anche il Real con gli impegni delle nazionali ha visto il centro tecnico svuotarsi completamente. Solo 3 effettivi di prima squadra più molti giovani si sono ritrovati agli ordini di Josè Mourinho. Ma a Madrid la settimana è stata comunque movimentata, e a tenere banco ci sono state le polemiche sui mal di pancia di Ronaldo e la possibile cessione del talento portoghese. Proprio Josè Mourinho, in conferenza stampa, ha voluto spostare l’attenzione sul campo. Il tecnico portoghese ha cercato di chiudere l’argomento dicendo che “ora si deve pensare al calcio giocato”, e che “se Ronaldo è triste ma continua a giocare così, a me va benissimo”.

SCENDE IN CAMPO FLORENTINO – Il presidente del Real Madrid, secondo i ben informati, sarebbe disposto ad accontentare il calciatore, anche se Ronaldo fin dall’inizio ci ha tenuto a puntualizzare che non è una ragione di soldi. Il mercato è chiuso e non è ancora il momento dei rinnovi, quindi la sensazione è che si voglia in qualche modo chiudere questa vicenda per poi affrontare l’argomento più avanti. Lo stesso Perez, sembra intenzionato a strappare Falcao ai cugini dell’Atletico nella prossima stagione, e una cessione di CR7 non potrebbe che agevolare la trattativa. L’unico rimpianto sarebbe forse di non vederli insieme.

VERDE SPERANZA – Siviglia è come un talismano portafortuna per il Real e per Ronaldo che in questo stadio ha segnato 7 reti nelle ultime due partite. Stasera ci sarà anche il battesimo per la nuova maglia da trasferta, completamente verde, con la speranza che prosegua la tradizione positiva. Non ci dovrebbero essere novità di formazione rispetto alle prime uscite, eccetto Benzema al posto di Higuain (tornato dalla doppia trasferta sudamericana) e il possibile esordio di Essien dal primo minuto.

IL SEVILLA CI PROVA – Michel che da giocatore ha incantato il Santiago Bernabeu, spera nel colpaccio. Non vuole che i suoi siano condizionati dalle pesanti sconfitte delle ultime due stagioni. “Con il Real non si può cedere un centimetro, rischiano di farti male anche se non sono in giornata” dice, poi grandi elogi anche per Mourinho: “è l’unico che toglierei al Real Madrid, l’unico imprescindibile”. Ma il sogno di fare uno sgambetto ai campioni in carica è vivo più che mai, anche perchè da queste parti la vittoria sul Real manca dal 2009.

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *