Redazione

Russian Premier League, Cska all’inseguimento di Zenit e Terek Grozny

Russian Premier League, Cska all’inseguimento di Zenit e Terek Grozny
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Giocatori del Terek in festa dopo un gol

MOSCA, 14 SETTMBRE – Dopo la sosta per le nazionali, riparte oggi con l’ottava giornata del girone di andata la Russian Premier League. E come se riparte. Alle 18 andrà in scena a San Pietroburgo la sfida al vertice tra le due capoliste Zenit e Terek Grozny. Per la formazione cecena sarà una vera e propria prova del nove per testare le reali ambizioni che potrà nutrire per il prosieguo del campionato. In caso constrario, un eventuale ko non sarebbe nulla di destabilizzante considerata la superiorità dei ragazzi di Luciano Spalletti, che vantano miglior attacco e difesa del torneo.

Appena dietro le due regine del torneo, il Cska Mosca cercherà di cogliere, all’Arena Khimki contro l’Alaniya, la quinta vittoria consecutiva con l’estremo difensore Akinfeev che cercherà di mantenere ancora una volta inviolata la propria porta. Reduce da due vittorie di fila, l’Anzhi ospiterà il Krasnodar, a secco di vittorie da quattro turni nei quali sono arrivati due soli punti. La Lokomotiv dovrà invece tenere a distanza il Rubin, in ritardo di un punto sulla squadra moscovita.  Dopo una partenza a tutto gas la compagine di Kazan ha rallentato fino a scivolare all’ottavo posto, arrendendosi nello scorso turno al Terek. Lo Spartak è chiamato alla riscossa sul campo del Kuban, galvanizzato dai sei punti ottenuti nelle due scorse giornate. Inversa la situazione degli uomini di Unay Emery, che hanno visto allontanarsi la vetta dopo le recenti cadute, entrambe per 2-1. Le due compagini hanno l’attivo 12 punti.

Le altre tre sfide vedono impegnate quelle che al momento appaiono come le più accreditate per la lotta alla salvezza. Dopo l’illusoria vittoria nel derby in casa della Lokomotiv, la Dinamo nello scorso turno ha subito la sesta sconfitta stagionale. Il calendario le riserva la trasferta a Rostov, che in casa ha ottenuto l’unico successo archiviato finora. Chiudono il cerchio gli incroci tra Amkar Perm e Volga, e Mordovia contro il Krylya Sovetov.

Alessio Tuveri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *