Matteo De Angelis

Vucinic: “La Juventus sarà competitiva anche in Champions League”

Vucinic: “La Juventus sarà competitiva anche in Champions League”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

TORINO, 14 SETTEMBRE 2012 – Mercoledì 19 settembre alle 20:45 la Juventus tornerà a disputare una partita di Champions League dopo 3 anni dall’ultima volta, quando venne eliminata ai gironi da Bayern Monaco e Bordeaux. E il calendario prevede subito un big match, contro il Chelsea fresco vincitore della competizione europea. L’attaccante bianconero Mirko Vucinic ha fatto il punto sulla stagione degli uomini di Conte in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport.

CHAMPIONS ALLA PORTATA – “Capello dice che la Juventus può giocarsela anche in Champions League? Beh, se lo dice uno che ha vinto tutto bisogna credergli. Non è un’opinione da poco”. Le parole del tecnico della Russia Fabio Capello sulle possibilità della Juventus in Europa sono state accolte con entusiasmo da tutto l’ambiente bianconero. Vucinic però resta con i piedi per terra ed è consapevole che per ripetere la brillante stagione passata servirà grande disponibilità da parte di tutti i calciatori: Questa Juve per vincere deve correre, sacrificarsi e lavorare duro. Con la mentalità della scorsa stagione possiamo raggiungere qualsiasi traguardo, ma se allenteremo la concentrazione non andremo da nessuna parte”.

CAMPIONATO, OCCHIO ALLE MILANESI – Se per la Champions League la Juventus dovrà faticare per raggiungere traguardi importanti, per il campionato “la vecchia signora” sembra essere la scontata vincitrice della competizione: “Questa Juventus è più forte di quella dell’anno scorso. Anche se non è arrivato il top player che tutti desideravano, sono sicuro che io, Giovinco, Matri e Quagliarella non lo faremo rimpiangere. Senza dimenticare il danese Bendtner, che è un campione e sono certo si integrerà presto nella nostra squadra”. Per il montenegrino però la Juventus dovrà stare attenta alla voglia di riscatto dei due club milanesi: “Come avversarie principali per lo scudetto dico soprattutto le milanesi, poi Napoli e anche Roma. La storia conta. Avete idea del passato di Milan e Inter? Hanno una tradizione eccezionale, ma non soltanto quella. Sono squadre piene di campioni veri”.

ZEMAN, CHE CARISMA – Per la corsa allo scudetto Vucinic non disdegnerebbe un testa a testa contro la sua ex Roma“Mi farebbe piacere, lì ho trascorso cinque anni importanti della mia vita. E comunque è una squadra pericolosa, ha giovani interessanti”. In più alla guida dei giallorossi c’è una vecchia conoscenza dell’attaccante montenegrino, quello Zdenek Zeman che lo ha allenato ai tempi del Lecce“E’ un tecnico eccezionale, di grandissimo carisma, unico nel valorizzare i giocatori a disposizione. Il calcio italiano mi ha conosciuto grazie a lui. E’ come una manna per gli attaccanti. A livello di condizione fisica migliora tantissimo i suoi giocatori. Alla fine di ogni allenamento eravamo sempre tutti morti, ma poi in campo…”

TOUR DE FORCE SENZA CONTE – I bianconeri saranno impegnati su tre fronti senza la guida tecnica che lo scorso anno li ha condotti al trionfo in serie A. Antonio Conte infatti non potrà essere in panchina, al suo posto ci sarà Carrera. Il problema numero uno però non pare essere tanto l’allenatore quanto il vero e proprio tour de force che la Juventus sarà costretta ad affrontare durante l’arco dell’intera stagione. Problema che non sembra essere di poco conto. Lo scorso anno i bianconeri hanno avuto un calo di tensione quando, causa neve, fu costretta a disputare molte gare in un breve lasso di tempo. E già a partire dalla prossima gara, quella contro il Genoa, la Juventus si troverà ad affrontare sette gare in ventidue giorni.

a cura di Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *