Orazio Rotunno

Milan, Allegri nella bufera: saprà uscirne? Tassotti questa volta è pronto

Milan, Allegri nella bufera: saprà uscirne? Tassotti questa volta è pronto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 14 SETTEMBRE – Massimiliano Allegri, potrebbe uscirne da eroe o da perdente. E’ l’anno zero, ceduti i migliori, svincolate le bandiere, resta solo lui. Con una squadra da 3°posto al massimo, e tante incognite attorno. Ma spesso un allenatore sa colmare il gap con chi è favorito, ma è capace anche di mandare più a fondo una squadra comunque buona. Quello scudetto al primo anno potrebbe ora rivelarsi un boomerang: le aspettative sono cresciute, e lui finirebbe per diventare il più classico dei capri espiatori. Riuscirà Allegri a salvarsi da quest’uragano? Ed ironia della sorte, il suo erede potrebbe essere più vicino a lui di quanto si pensi…

ALLEGRI ALL’ESAME DI MATURITA’, SARA’ IL VICE TASSOTTI A SUPERARLO? – Il Milan si appresta a vivere una stagione cruciale. In cui capire quali obiettivi perseguire, e come impostare il suo nuovo futuro. In questa sessione di mercato si è lavorato molto poco per sostituire degnamente i numerosi partenti d’eccezione. Un mercato più di svincolati e seconde linee, che veri e propri investimenti, Pazzini a parte. Ecco perchè Allegri diverrebbe eroe, se capace di condurre questo Milan almeno tra le prime tre in Italia, ed ai quarti in Champions, magari con una finale di Coppa Italia da giocarsi. O potrebbe finire da perdente, fuori dalla zona champions, eliminato dal girone, magari facendo compagnia all’Inter in Europa League, e chiudendo anzi tempo la stagione in coppa. Molto dipenderà dalla capacità di Allegri di saper fare gruppo, trovare un gioco convincente ad una squadra che non ha mai avuto necessità di trovarlo, con quell’Ibra davanti.

Mauro Tassotti potrebbe avere la sua chance finalmente, o meglio, la coglierebbe questa volta. Perchè già nel dopo-Ancelotti era stato avanzato il suo nome. Ma non se la sentì ed arrivò Allegri. Ma dopo oltre dieci anni da vice, sarebbe l’ideale per riaprire un ciclo rossonero degno del suo passato. Allegri in panchina, col suo miglior nemico a fianco.

Buona fortuna Max!

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *