Leonardo Andreini

“L’accademia del centrocampista”: top e flop della 2a Giornata

“L’accademia del centrocampista”: top e flop della 2a Giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

FIRENZE 14 SETTEMBRE – Prosegue senza sosta il lavoro della redazione di SportCafè, che oggi parte con l’analisi dei migliori e dei peggiori centrocampisti della seconda giornata di Serie A.

TOP CENTROCAMPO Al primo post dei Top chiaramente c’è il rinato Alessandro Diamanti, centrocampista in forza al Bologna che gioca una buona gara contro il Milan, si inventa un eurogol ma poi cala vistosamente assieme a tutta la sua squadra e non riesce a fare la partita “perfetta”. Merita particolare attenzione anche il centrocampista del Cagliari Albin Ekdal che entra e da quel qualcosa che alla sua squadra manca, a coronare una buona prestazione ci pensa anche il goal decisivo siglato al novantesimo che evita una pesante sconfitta contro l’Atalanta. La Juventus nel centrocampo confida tanto e per ora fa bene. Altra ottima prova del duo Andrea Pirlo e Arturo Vidal che nella trasferta di Udine si fanno vedere, con quest’ultimo che sigla un goal e procura l’espulsione dell’estremo difensore avversario Brkic. Mandato via proprio dalla squadra bianconera Antonio Candreva, in forza alla Lazio sigla una rete straordinaria che vale il raddoppio biancoceleste ai danni del Palermo. meritano particolare attenzione il prodotto del vivaio giallorosso Alessandro Florenzi, che sigla nell’impero di S. Siro il goal del vantaggio e il neo acquisto estivo della squadra capitolina Marquinho, che entra e da un enorme contributo siglando fra le altre una rete importantissima, bella e che beffa il portierone nerazzurro Castellazzi. Capitolo Torino buone le prove dell’autore del goal del raddoppio Matteo Brighi, ex Roma e bene anche Alessandro Gazzi regista vero e proprio che imposta (“alla Pirlo”) le manovre d’attacco torinesi.

FLOP CENTROCAMPO Nella pesante sconfitta casalinga dell’Inter contro la Roma si salvano in pochi, in particolare capitan Javier Zanetti che lotta ma non riesce a trovare mai la giusta condizione fisica e risulta spesso e volentieri in affanno. Stessa rimballata la prende il Palermo contro la Lazio di Petkovic, qui Luigi Giorgi ne sbaglia davvero tante, macroscopico l’errore sul goal della Lazio. Sempre per i rosanero prova insufficiente per Jasmin Kurtic che cerca di contrastare l’assalto biancoceleste senza particolari risultati. Nel match del S. Paolo c’è solo un neo per la squadra partenopea: Valon Behrami. Prova insufficiente dovuta forse all’emozione di giocare contro la sua ex squadra fatto sta che come esce il Napoli prende il via giusto. Infine nella disfatta casalinga dei friulani vanno male i centrocampisti Giampiero Pinzi, che non fornisce ne palloni ne tantomeno supporto alla manovra d’attacco della sua squadra. Prova insufficiente anche per Roberto Pereyra che non riesce mai a fermare e a contrastare l’imponente muro offensivo della Juventus.

A cura di Leonardo Andreini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *