Leonardo Andreini

“L’accademia del difensore”: analisi della 2a Giornata di Serie A

“L’accademia del difensore”: analisi della 2a Giornata di Serie A
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

FIRENZE 13 SETTEMBRE – Dopo l’avvento de “l’accademia dei portieri”, parte da oggi anche la rubrica relativa ai difensori della Serie A. Anche qui analisi accurate e commenti sui protagonisti in positivo e in negativo della seconda giornata di Serie A.

TORINO – PESCARA Prima gara casalinga per la neo promossa Torino che sfida un’altra protagonista della scorsa Serie B il Pescara. Il pacchetto arretrato granata compie una gara di sicurezza, specie Angelo Ogbonna che addirittura tenta lo stacco di testa sui calci d’angolo capitati alla sua squadra, molto bene anche Kamil Glik che dimostra ottima intesa con tutti i suoi compagni di reparto. Da rivedere invece Darmian, che dalla sua parte ha un cliente molto scomodo chiamato Weiss. Per gli ospiti difesa completamente da rivedere e a tratti preoccupante. Il peggiore in assoluto è senza dubbio Antonio Bocchetti e Christian Terlizzi, il primo appare ancora fuori forma mentre il secondo causa il rigore che verrà poi parato da Perin e viene espulso.

BOLOGNA – MILAN Cliente molto scomodo per il Bologna in questo anticipo serale della seconda di campionato. Retroguardia rossoblù che tuttavia se la cava discretamente. Il migliore senza dubbio è Roger Carvalho che da del filo da torcere al “Pazzo” Pazzini, per poi arrendersi alla sua supremazia. Per i rossoneri gara difensiva cosi cosi, si salva con una sufficienza piena solo il neo acquisto ex Chievo Francesco Acerbi.

UDINESE – JUVENTUS Cinque reti e tantobianco e nero in questa sfida. Male la retroguardia friulana, non si salva nessuno, molto male in particolare Danilo. Per la Juventus invece gara tranquilla con Stephan Lichsteiner che prova addirittura il goal con un quasi preciso pallonetto, ottimo con le cavalcate sulla fascia di sua competenza.

CAGLIARI – ATALANTA Interessante sfida fra due squadre che si assomigliano molto. Reparto difensivo locale buono con Francesco Pisano e Gabriele Perico che si fanno vedere; quest’ultimo addirittura procura il rigore fallito successivamente da Larrivey. Malino invece Luca Rossettini che poteva fare di più sul goal atalantino. Per i bergamaschi prova insufficiente per il terzino Federico Peluso che si fa espellere dopo aver preso due gialli in pochi minuti. Bene invece Gianpaolo Bellini.

CATANIA – GENOA In Sicilia sfida agguerrita fra due squadre che vogliano svolgere un campionato tranquillo e senza fronzoli in testa. Retroguardia catanese sufficiente con un piccolo voto in più all’esperto Nicola Legrottaglie. Per i genoani male Michele Canini, che deve marcare un cliente scomodo: Bergessio, meglio il primo del secondo tempo, per i resto prova insufficiente di tutto il reparto.

INTER – ROMA Bella sfida in quel di S. Siro per il primo vero big match dell’anno. Nerazzurri in difesa male con Matias Silvestre che compie vari svarioni a volte addirittura decisivi, a dire il vero è il peggiore di un reparto che non accarezza neanche lontanamente la sicurezza tranne nel caso di Alvaro Pereira che il suo lo fa. Per i giallorossi invece sugli scudi Nicolas Burdisso che annienta ovunque i movimenti del Principe Milito, bene anche Leandro Castan che appare in ottima forma.

LAZIO – PALERMO Gran bella vittoria dei biancocelesti contro un Palermo in palese difficoltà. Abdouly Konko il migliore laziale, compie una sfida all’insegna del sacrificio, spinte sulla fascia mostruose e grande scatto ne fanno un giocatore fondamentale per questa squadra. Bene anche Biava che addirittura di testa sfiora il goal del poker. Per i rosanero nessuno si salva, in particolare Steve von Bergen che viene surclassato letteralmente da Klose e non appare assolutamente in forma.

NAPOLI – FIORENTINA Sfida affascinante al S. Paolo di Napoli dove il terreno assurdo fa da protagonista negativo. Chi invece compie una bella partita è il capitano azzurro Paolo Cannavaro, grande trascinatore di un gruppo particolarmente unito. Bene anche gli altri due Miguel Britos e Hugo Campagnaro. Per i gigliati bella partita del neo acquisto Nenad Tomovic e sufficiente gara per l’argentino grintoso Facundo Roncaglia.

PARMA – CHIEVO Al Tardini di Parma, sfida fra due squadre rivelazione dello scorso anno. Grande impatto dell’appena entrato Aleandro Rosi che segna dopo poco dal suo ingresso. Grande sfida anche di Gabriel Paletta. Per i clivensi Bostjan Cesar sicuramente ha sul gozzo il goal di Belfodil, male comunque tutta la retroguardia si salva a malapena è Nicolas Frey.

SAMPDORIA – SIENA Al Ferraris torna il calcio che conta, e la Sampdoria in difesa compie una gara tranquilla. Sugli scudi per questo match ci sono Daniele Gastaldello e Jonathan Rossini entrambi bravi nel chiudere le poche occasioni bianconere. Per i toscani malissimo l’ex viola Felipe che fra l’altro viene espulso dopo vari tentavi per cercare di arginare il bomber Maxi Lopez. Sfiora la sufficienza il brasiliano Neto, che però a volte viene superato con troppa facilità.

A cura di Leonardo Andreini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *