Redazione

Calciomercato Napoli, Bigon pensa a gennaio. Scopriamo Wallace e Centurion

Calciomercato Napoli, Bigon pensa a gennaio. Scopriamo Wallace e Centurion
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

NAPOLI, 13 SETTEMBRE. Il Napoli versione 2012/2013 corre veloce.  Dopo due giornate la squadra di Mazzarri si trova a punteggio pieno e punta lo Scudetto. Bigon: “La squadra è più forte dell’anno scorso”.

OPERAZIONE CONTINUITA’ – Il cantiere aperto Napoli continua a lavorare assiduamente con un obiettivo in testa: riportare lo Scudetto ai napoletani dopo più di 20 anni. A parlare della crescita della società è stato il ds Riccardo Bigon, che in occasione della presentazione di Uvini, Mesto ed El Kaddouri ha elogiato la campagna di rafforzamento estiva della società: “Credo che il colpo del nostro mercato sia stato Pandev, che ritengo un top player. Avevamo l’obiettivo di confermare determinati giocatori ai quali abbiamo aggiunto alcuni rinforzi. Uvini ed El Kaddouri sono due giovani interessanti, Mesto invece è una pedina importante richiesta da Mazzarri. Personalmente, ho sempre parlato di continuità tecnica, perché penso sia la base per ottenere buoni risultati.

FUTURO VERDEORO – Dopo l’acquisto di Uvini il Napoli sembra intenzionato a seguire la via che porta in Brasile per rinforzare la squadra in vista del mercato di gennaio. Secondo La Gazzetta dello Sport, Bigon sarebbe già al lavoro per portare a Napoli l’esterno mancino del Racing Avellaneda Centurion e il terzino della Fluminense Wallace, sul quale però c i sarà da battere la spietata concorrenza del Chelsea.  L’obiettivo del Napoli, e di Bigon, è quello di fornire a Mazzarri una squadra che possa lottare fino alla fine su tutti i fronti, senza avere rimpianti come successo l’anno scorso con  la Champions League: “La rosa è completa e omogenea, abbiamo due titolari in molti ruoli. Nella scorsa stagione c’è stata la Champions che non ci ha permesso una rotazione completa, cosa che invece faremo quest’anno con l’Europa League”.

A cura di Carlo Alberto Pazienza

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *