Orazio Rotunno

Roma, Zeman contro tutti: attacco ad Abete, Moratti e borsa nel calcio

Roma, Zeman contro tutti: attacco ad Abete, Moratti e borsa nel calcio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 13 SETTEMBRE – Torna più agguerrito che mai il boemo. E questa volta, sotto la sua mira, ci sono il Presidente della Figc, dell’Inter e in generale l’ingresso della borsa nel calcio. La pausa per le nazionali e la grande vittoria a San Siro non hanno placato gli umori interni di Zeman che, come sempre, non perde occasione per far parlare di sè.

ZEMAN E I NEMICI DEL CALCIO: E SU MORATTI E’ POLEMICA – Nel pomeriggio la bordata, in serata la rettifica, non si sa quanto per mano del tecnico e quanto su iniziativa dell’ufficio stampa giallorosso. Probabilmente più quest’ultima, visto il bersaglio colpito: “Non è nemico mio, è nemico del calcio“, destinatario Giancarlo Abete. La battuta nasce dalla domanda su quale nemico scegliere per andare a cena. In serata il chiarimento, in cui si intendeva più criticare l’intero sistema calcio che la persona di Abete nello specifico. Sul momento del calcio in Italia il boemo afferma: ” C’è qualche miglioramento. Ma temo che sia più paura di essere scoperti che per convinzione. Servono più esempi positivi, questo sport dovrebbe essere semplicità“. L’ ultima battuta, immancabile, sul caso scommesse: “Bisogna vincere dimostrandosi superiori sul campo e non fuori“.

Zeman torna anche sull’interesse di Moratti nei suoi confronti e sul perchè il matrimonio non si sia concretizzato: “Molte parole. Ma poi bisogna vedere se ci sono le condizioni per lavorare bene. E non parlo di giocatori da acquistare“. Chiaro riferimento all’asset societario e dirigenziale della squadra, leggendo fra le righe. Il boemo esprime un’ultima considerazione sulle società quotate in borsa: “Non dovrebbero entrare in Borsa. I risultati mi danno ragione. Il calcio deve stare fuori dalla finanza e dalla politica “.

Per Zeman non c’è mai sosta, neanche in periodo di nazionali.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *