Redazione

Copertina Sportcafe24: Pavoletti e Mehmeti, bomber alla ribalta

Copertina Sportcafe24: Pavoletti e Mehmeti, bomber alla ribalta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MODENA, 12 SETTEMBRE – Il campionato di serie B continua ad offrire in ogni giornata spunti decisamente interessanti. Nell’ultimo turno spiccano le triplette realizzate da Leonardo Pavoletti, attaccante del Sassuolo, ed Agon Mehmeti, punta del Novara in prestito dal Palermo.

PAVOLETTI CAPOCANNONNIERE A SORPRESA – Leonardo Pavoletti è forse la rivelazione principale di queste prime tre giornate del campionato cadetto. Nato nel Novembre del 1988 a Livorno muove i primi passi nella società locale dell’Armando Picchi dove tra il 2006 e il 2008 realizza 16 reti nel campionato di serie D. Passa quindi al Viareggio dove nella stagione 2008/2009 realizza 7 reti in Seconda Divisione e poi nel campionato successivo è al Pavia, sempre nella stessa categoria, con 9 reti all’attivo. L’anno seguente arriva il salto in Prima Divisione con il trasferimento alla Juve Stabia che lascia nel Gennaio del 2011, senza aver timbrato il cartellino dei marcatori, per andare a Casale dove realizza 3 reti fino al termine della stagione. La svolta avviene all’inizio della scorsa annata con il passaggio al Lanciano che conquista la storica promozione in serie B grazie anche alle 15 reti messe a segno da Pavoletti. Nell’ultima sessione di mercato l’ennesimo cambio di casacca con la firma per l’ambizioso Sassuolo che vola al comando della classifica grazie anche alle 5 reti in 3 partite realizzate dalla punta toscana che si porta quindi al comando della classifica dei marcatori in perfetta solitudine. Attaccante dotato di buona forza fisica e che fa dunque della potenza il suo punto forte Pavoletti è il riferimento avanzato ideale per concretizzare l’enorme mole di gioco creata dalla compagine neroverde che punta senza mezzi termini alla promozione nella massima serie. Paragonato a Cristiano Lucarelli sia per le origini sia per le caratteristiche tecniche e fisiche il sogno del giocatore toscano è quello di poter indossare un giorno la maglia amaranto della squadra della sua città di origine confermando ancora una volta l’attaccamento dei livornesi alla propria città natale. Nel frattempo il Sassuolo sogna trascinato dalla classe di Simone Missiroli e dalle prodezze del nuovo capocannonniere della serie B, capace nell’ultima giornata di segnare tutte le 3 reti nel successo per 3 – 0 ottenuto degli emiliani sul campo dell’Empoli.

MEHMETI PROTAGONISTA A NOVARA SOGNANDO PALERMO – L’altro grande protagonista della terza giornata del campionato di serie B è stato Agon Mehmeti, attaccante ventiduenne del Novara, che ha contribuito con 3 reti alla vittoria della sua squadra sul campo del Cesena. La fase iniziale della carriera della punta piemontese si è sviluppata in Svezia, paese dove la famiglia di Mehmeti si è trasferita dal Kosovo, a causa della guerra, quando il piccolo Agon aveva solo 2 anni. Il primo club in cui milita è l’IFK Malmoe per poi passare nel 2002 ai più blasonati rivali cittadini del Malmoe FF. L’esordio in prima squadra avviene nel 2008 e nei 3 anni di permanenza nel sodalizio svedese il giocatore totalizza 24 reti in 88 presenze. Nel Gennaio di quest’anno Mehmeti firma da svincolato per il Palermo con cui nella seconda parte del campionato scorso colleziona solo 3 presenze senza nessuna rete che lo convincono, nell’ultima sessione di mercato, ad accettare l’offerta del Novara in modo da avere maggiori opportunità per scendere in campo. L’esordio nel campionato di B avviene alla seconda giornata con uno scampolo di gara nella sfida casalinga contro l’Empoli in cui si mette in evidenza con l’assist per il pareggio decisivo di Gonzalez. La buona prestazione convince Attilio Tesser ad assegnargli una maglia da titolare nella sfida successiva a Cesena e Mehmeti lo ripaga con 3 reti, tutte nel primo tempo, fondamentali per il netto successo di piemontesi per 4 – 1. Attaccante rapido e in grado di muoversi con abilità anche da trequartista Mehmeti spera di sfruttare la stagione al Novara nel migliore dei modi per mettere in evidenza le sue notevoli capacità tecniche. Nei programmi della punta di nazionalità svedese c’è una stagione cadetta vissuta da protagonista in modo da guadagnarsi il ritorno nella massima serie con il suo attuale club o con il Palermo, sodalizio che detiene la titolarità del cartellino essendosi il giocatore trasferito in Piemonte solamente in prestito.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *