Redazione

Milan, situazione infortuni: rientrano Boateng e Abate

Milan, situazione infortuni: rientrano Boateng e Abate
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 11 SETTEMBRE 2012 – In vista della sfida di sabato sera contro l’Atalanta, a Milanello è arrivato il momento di fare la conta: fra nazionali e infortunati Allegri si trova costretto a lavorare con mezza primavera. Ecco il punto sulla situazione infortuni.

OK BOA E ABATE – Sembrerà impossibile, ma ogni tanto qualche buona notizia arriva anche dall’infermeria di Milan Lab. Nell’allenamento di ieri Boateng e Abate hanno lavorato col gruppo e con tutta probabilità sabato saranno entrambi in campo dall’inizio. Per il ghanese c’è solamente da valutare che il tutore da indossare per proteggere la mano non dia fastidio nè a lui nè agli avversari. Positiva anche la situazione di Mexes e Montolivo: il francese già da una settimana abbondante si allena con il resto della squadra e teoricamente sarebbe già pronto per scendere in campo; per Montolivo invece bisogna attendere le giornate di oggi e domani. Se l’ex viola uscirà dalla palestra e riuscirà a lavorare un po’ con il gruppo sabato potrebbe andare in panchina, altrimenti per lui il rientro è previsto per la sfida di Champions contro l’Anderlecht.

MUNTARI BRUCIA LE TAPPE – Diversa la situazioni per i lungodegenti Pato, Muntari e Robinho. Per quanto riguarda Robinho, colpito da una distrazione muscolare alla coscia destra durante la gara contro la Samp, bisognerà aspettare almeno due settimane prima di vederlo in campo, non prima del 23 settembre, giorno in cui il Milan sarà impegnato nella trasferta di Udine. Diverso il discorso per Pato: per il papero non sono previsti tempi di recupero precisi o scadenze. La cosa fondamentale sarà avere prudenza, per cui sembra difficile che il brasiliano possa scendere in campo prima di fine mese. Infine Muntari, che già da qualche giorno ha svolto esercizi di corsa, nella vasca di sabbia e col pallone. Per lui erano stati previsti 6 mesi di stop, una previsione accettabile visto il tipo di infortunio capitato al centrocampista ghanese, ma se le cose dovessero continuare a questi ritmi non è escluso di rivedere in campo l’ex Inter per gli inizi di dicembre.

A cura di Carlo Alberto Pazienza

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *