Orazio Rotunno

Inter, Zanetti da capitano a Presidente: Moratti pronto al grande passo

Inter, Zanetti da capitano a Presidente: Moratti pronto al grande passo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 10 SETTEMBRE – La voce è clamorosa, di quelle che fanno stringere il cuore ai milioni di tifosi nerazzurri in tutto il mondo, che vedono nel Capitano tutta la propria fede, amore e passione per quella maglia. Javier Zanetti sarà il 17esimo Presidente dell’Internazionale: lo dicono fonti vicine a Massimo Moratti, lo dice la storia di questo ragazzo. Di un grande uomo, come pochi, pochissimi ce ne sono ancora.

PRESIDENTE NEL 2014, NERAZZURRO DAL 1995: UNA VITA NERAZZURRA – E’un giorno che da tempo gira nella mente di tutti i tifosi nerazzurri, che si cerca di allontanare ogni volta di più: il ritiro di Javier Zanetti. E lui, contro ogni legge della fisica, vi riesce. Eccolo lì, ad agosto, correre a 39 anni il doppio, o forse il triplo, di chi potrebbe essere suo figlio. Cavalcate emozionanti, su e giù per quel prato verde, che mancheranno terribilmente a chi si è identificato in lui per quasi 20 anni. Ma è ancora presto, c’è da starne certi. Perchè con tutta probabilità, neanche questo sarà l’anno in cui tirar fuori i fazzoletti e preparare i registratori per immortalare gli ultimi momenti da calciatore di una leggenda vivente. Vuole superare i 40 anni in campo, e chi se non lui può riuscirvi: dopo, ” ricoprirà una carica di grande prestigio “, parola di Massimo Moratti. Quale? Vice-Presidente, come minimo, sulle orme di chi più li somiglia: Giacinto Facchetti. O forse di più? E chi, meglio di Javier Zanetti, sarebbe miglior erede di quella poltrona, da primo tifoso nerazzurro, da massimo dirigente di una società che ha servito con amore e fedeltà sconfinata. Tutti discorsi rinviati al 2014, perchè alzi la mano chi non si aspetta di vedere capitan Zanetti in ritiro, con le vesti di calciatore, anche la prossima estate. La scadenza del contratto dice 2013, ma è un falso problema.

Dopo averli rappresentati al meglio in campo, i tifosi avrebbero un Presidente nel quale specchiarsi totalmente per passione e dedizione. Una figura rispettata e stimata da tutti, in Italia e nel mondo oltre ogni colore e bandiera: da Capitano a Presidente, una vita tutta nerazzurra.

a cura di Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *