Orazio Rotunno

Us Open, trionfa il tornado: finale lunedi, Murray attende vincente tra Ferrer-Djokovic

Us Open, trionfa il tornado: finale lunedi, Murray attende vincente tra Ferrer-Djokovic
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

NEW YORK, 9 SETTEMBRE – Per una volta vince…il tornado! Quanto accaduto ieri ha dell’incredibile, non si trattasse degli Stati Uniti. Un violento tornado si è abbattuto in queste ore a new York, facendo letteralmente saltare, prima sedie e attrezzi in campo durante il match fra Murray e Berdych, e poi definitivamente il programma del weekend. Palinsesto che prevedeva per oggi la finale maschile e quella di doppio femminile con in campo le nostre Errani-Vinci. Già rinviata da ieri la finale femminile fra l’Azarenka e Serena Williams. Spostata dunque a lunedi l’incontro tra Murray, vittorioso su Berdych, ed il vincente tra Ferrer e Djokovic, col match interrotto sul 5-2 per lo spagnolo.

IL TORNADO “SALVA” NOLE, MURRAY DI PREPOTENZA SUL CECO – Era partita bene la partita per Berdych con il campione olimpico di londra. Dopo aver già battuto a sorpresa il n.1 Roger Federer, il ceco stava per compiere una nuova impresa fuori pronostico contro lo scozzese: vinto il primo set 7-5, Murray veniva fuori con grande carattere e la sua immensa classe, capace di incartare Berdych che non è più riuscito ad imprimere potenza al suo gioco. Vince così facile i due successivi set lo scozzese, 6-2 6-1. 4 set da thriller, sale subito 3-0 Murray con due palle per il 4-0, ma Berdych rimonta fino al 3-3 ed arriva al tie-break sul 4-1. Qui la nuova rimonta dello scozzese, ma il ceco va 5-4 e due turni di servizio per lui. Ma ecco il braccino del tennista che si fa sentire, Murray ne approfitta e vince 7-5 dopo quasi 4 ore di gioco, garantendosi la quinta finale della carriera in uno slam, e la 3^posizione nel ranking mondiale scavalcando l’infortunato Rafa Nadal. La coincidenza dell’arrivo forte del vento, con il tracollo di Berdych al servizio, suo punto forte, non può essere casuale, ma lo scozzese non è nuovo a simili rimonte.

Nell’altra semifinale, Ferrer clamorosamente chiude 5-2 su Djokovic, fino a quando le condizioni atmosferiche permettono lo svolgimento del gioco. Si proseguirà questa sera ore 22 italiane. Azarenka-S.Williams è invece in programma alle 22.30 italiane, rinviata ieri per appunto maltempo, promette grande spettacolo, rispettivamente fra la n.1 al mondo per ranking, e la più forte in assoluto per distacco. Grande attesa infine per le nostre azzurre, Errani-Vinci, che scenderanno alle 19.30 in Italia per la finale di doppio contro la coppia ceca formata da Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *