Antonio Fioretto

Juventus Stadium, buon compleanno! Un anno ed è già nella storia

Juventus Stadium, buon compleanno! Un anno ed è già nella storia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Un anno fa si inaugurava in grande stile il nuovo stadio bianconero. Ora, è già nella storia del club

TORINO, 8 SETTEMBRE – I migliori spettacoli sono degni di avere il miglior palcoscenico. Lo spettacolo che la Juventus 2011-2012, per intenderci quella targata Conte, ha regalato non poteva avere miglior palcoscenico che lo Juventus Stadium. Il nuovo stadio bianconero, inaugurato l’8 Settembre 2011,  è stato l’arma in più della cavalcata scudetto. Uno stadio che assomiglia ad un arena romana, pronta ad accogliere i propri gladiatori. Le 19 gare giocate in casa hanno visto sempre il tutto esaurito, e per gli avversari era difficilissimo violare la casa bianconera.

PROGETTO ESCLUSIVO Il progetto dello Juventus Stadium parte nel 2008-2009. All’ epoca a capo della dirigenza bianconera c’erano Blanc, attualmente al Paris Saint Germain. Tutti quelli che sono all’ interno del sistema calcio, parlano di una totale applicazione della Juventus al progetto stadio. Si racconta che i dirigenti si interessassero poco di calciomercato, di partite o dei risultati attuali; il loro obiettivo numero uno era portare a termine la costruzione della nuova casa juventina. E’ probabilmente anche questo il motivo per il quale i bianconeri collezionarono due settimi posti in campionato.

GIA’ FA STORIA Alla fine, lo stadio venne ultimato, con le migliori norme vigenti e con regole di grande innovazione, Centri commerciali, parchi, un museo dedicato alla Juve, panchine tra le tribune… Insomma, davvero uno stadio all’avanguardia. L’inaugurazione fu quella delle grandi occasioni: Del Piero e Boniperti al centro dello stadio a presentare la serata ed in seguito il presidente Agnelli a raccontare la storia dei lavori ed il significato di tutto quello. …Al suo primo compleanno, lo Juventus Stadium può già vantarsi di essere nella storia. La Juve ha infatti vinto lo scudetto, senza mai perdere, e lo Stadium è così rimasto inviolato. Non tutti gli impianti europei possono raccontare una storia del genere. I tifosi bianconeri sperano che il nuovo stadio, simbolo dell’Italia del futuro ed esempio che gli altri club dovranno obbligatoriamente seguire, sia lo scrigno di altre vittorie.

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *