Redazione

Web B TV, la nuova finestra digitale sulla Serie B

Web B TV, la nuova finestra digitale sulla Serie B
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nasce il canale della serie cadetta, sopra le macerie del terremoto calciopoli

ROMA, 6 SETTEMBRE – Nasce la web tv della Serie B, la piattaforma della Lega che seguirà il campionato della serie cadetta. Promessi regolarità e tempestività del servizio, nell’ennesimo sforzo di lanciare un segnale positivo, dopo il trauma di calciopoli.

Da un po’ di tempo la seconda divisione del calcio italiano sta cercando di diventare sempre più grande. Prima sono arrivati gli sponsor prestigiosi, poi sono aumentati i costi di partecipazione per le squadre. Quindi è stato applaudito il sito di scommesse online Bwin, che ne ha imbrigliato anche il nome. Ora che non sappiamo più come chiamarla, i vertici della Serie B, presentano la nuova web tv, un nuovo canale che seguirà più da vicino l’andamento del campionato.

I tifosi forse non l’attendevano con trepidazione, ma comunque l’offerta sembra interessante e servirà per riavvicinare il pubblico verso un campionato sconvolto dalle vicissitudini giudiziarie dei club. La Web B Tv sarà infatti una finestra digitale con cui potremo ripercorrere gli highlights delle partite e dalla prossima settimana saranno disponibili anche  le immagini dei migliori giocatori, delle parate più belle e ulteriori approfondimenti. Basterà andare sul sito legaserieb.it/it. Il presidente della Lega Andrea Abodi ha parlato di “una nuova opportunità per tifosi e appassionati, che ora possono consultare nuove immagini relative alle proprie squadre, ma anche per la Serie bwin che ha un ulteriore strumento per farsi conoscere e apprezzare”. 

A gestire il tutto sarà Perform Group tramite ePlayer, che controlla già i contenuti video di numerosi siti sportivi. Ora si attende solo che il canale diventi completamente operativo per saggiarne tutte le potenzialità. Rimane il fatto, però, che questa iniziativa si va ad aggiungere già ad altri strumenti finanziati da aziende come le immagini di La Presse e le statistiche di Panini digital soccer. Quindi, sperando di non rimanere sommersi dalla pubblicità, ci auguriamo che questa iniziativa sia invece un vera opportunità per gustare il grande spettacolo del calcio.

Nicolò Salvatore

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *