Redazione

Bulgaria-Italia, un tridente che fa sognare

Bulgaria-Italia, un tridente che fa sognare
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La nazionale italiana ricomincia l'avventura per Brasile 2014 con molti volti nuovi

COVERCIANO, 5 SETTEMBRE 2012 – Prove generali in casa Azzurri, che in ritiro a Coverciano si preparano in vista della gara di venerdì contro la Bulgaria. I ragazzi della Nazionale scenderanno in campo per la prima partita del girone di qualificazione ai mondiali, tentando di aprire in attivo la scalata verso Brasile 2014. Due i tridenti proposti da Prandelli nella partitella mattutina di ieri: Destro, Borini e Insigne da una parte e Diamanti, Giovinco e Osvaldo dall’altra.

Impegnato nella ricerca della giusta formula per la vittora, il CT deve peraltro fronteggiare quelli che sono i disagi dovuti ad un’infermieria un po’affollata. Preferito ad un Cassano al 50% della forma fisica anche Pazzini ha dovuto fare i conti con un problema al ginocchio destro che lo ha tenuto distante dalla seduta di ieri; out Balzaretti e Astori che hanno lasciato il ritiro in anticipo a causa dei rispettivi infortuni, favorendo la convocazione dei compagni di reparto Francesco Acerbi e Federico Peluso ; recuperabile invece la condizione di De Rossi che, reduce da un trauma contusivo-distorsivo alla caviglia, potrebbe tuttavia essere presente già contro la stessa Bulgaria.

PARTE LA GIOVANE ITALIA – Nazionale dunque con qualche acciacco ma carica di grinta come si evince dai nomi giovani presenti nell’elenco delle convocazioni, ma anche dalle dichiarazioni di un veterano esperto quale Gigi Buffon. L’estremo difensore infatti, forte di un’ottima condizione fisica trasmette grande entusiamo assecondando quella che è una matta voglia di rivincita.
L’Italia del futuro ha molto da dimostrare e tra vecchi e nuovi volti, vedi il talentuoso Insigne, o i due Giovinco e Osvaldo probabilmente preferiti per la formazione definitiva, si lascia trasportare dal desiderio di affermarsi e vincere.
Riusciranno questi giovani a trasfomarsi in eroi Azzurri? Al campo l’ardua sentenza!

Giorgia Sinagra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *