Redazione

Lazio, un’ottima partenza per pensare in grande

Lazio, un’ottima partenza per pensare in grande
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 3 SETTEMBRE – La seconda giornata del campionato di serie A si conclude con un terzetto di squadre al comando della classifica con 6 punti, frutto di due successi in altrettante partite. A fianco di Juventus e Napoli, accreditate dai pronostici della vigilia per la vittoria finale, c’è anche la Lazio di Claudio Lotito che era stata accolta con molto scetticismo al termine del calcio mercato. L’ottima partenza dei biancocelesti fa ben sperare i tifosi laziali che si augurano che tutto ciò non sia solamente un fuoco di paglia ma il preludio a un inserimento in pianta stabile nelle posizioni di vertice della classifica.

ORGANICO INVARIATO RISPETTO ALLO SCORSO ANNO – La rosa nelle mani del tecnico biancoceleste è praticamente invariata rispetto a quella dello scorso anno. In sede di campagna acquisti sono arrivati il brasiliano Ederson, obiettivo di lunga data della Lazio, e il difensore francese Michael Ciani, prelevato negli ultimi giorni di Agosto dal Bordeaux. Per il resto tutte conferme di giocatori già presenti nella capitale lo scorso anno e quindi con un gioco e un gruppo decisamente collaudati. Proprio questo aspetto è alla base dell’ottima partenza di Klose e compagni oltre al pieno recupero del bomber tedesco che si conferma sempre di più la punta di diamante del collettivo laziale. L’ex giocatore del Bayern Monaco, dato da molti per finito già da diversi anni, è molto abile a concretizzare la mole di gioco espressa dal centrocampo della Lazio e garantita da giocatori di notevole caratura tecnica come Hernanes, Candreva e lo stesso Ederson.

L’IMPORTANZA DEL TECNICO – Grande stupore aveva anche destato la scelta di Vladimir Petkovic come tecnico della Lazio per questa stagione. L’allenatore bosniaco si sta invece proponendo come uno dei punti di forza del complesso biancoceleste con la sua capacità di lavorare molto sotto l’aspetto psicologico e con la tendenza a curare anche i minimi dettagli nella preparazione delle partite. La capacità di parlare correttamente parecchie lingue dava già un’indicazione ben precisa sullo spessore della persona e il curriculum di tecnico giramondo, dotato quindi di grande esperienza, garantisce anche sulle conoscenze tecnico-tattiche che Petkovic può utilizzare per far rendere al meglio il complesso a sua disposizione.

DOVE PUO’ ARRIVARE LA LAZIO? – Si sa che la classifica dopo la seconda giornata ha sempre un’importanza relativa ma sono in molti a chiedersi se la Lazio potrà, nel corso del campionato, recitare il ruolo di guastafeste nella lotta per lo scudetto. La formazione capitolina potrebbe anche piazzare una partenza razzo, frutto del maggiore amalgama presente tra i componenti della rosa, per poi trovare entusiamo e forza per cercare di arrivare più in alto possibile. Probabilmente a livello di valori tecnici l’organico a disposizione di Petkovic risulta leggermente inferiore a quello delle big ma in un calcio italiano sempre più livellato dalla crisi del nostro paese un epilogo a sorpresa nel massimo campionato di calcio non è da escludere a priori. Tutto ruota attorno alla condizione di Klose che, se non sarà colpito dagli infortuni e manterrà questo stato di forma, potrebbe anche, con le sue reti, trascinare i suoi compagni verso traguardi che alla vigilia di questa stagione potevano sembrare preclusi.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *