Orazio Rotunno

Serie A, Inter-Roma 1-3: Osvaldo-Totti stendono i nerazzurri

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 2 SETTEMBRE – A San Siro il big match della seconda giornata di campionato fra Inter e Roma, due delle outsider di questa Serie A. Da una parte Cassano, preferito a Palacio, con Milito e Sneijder nel tridente nerazzurro, esordio di Alvaro Pereira, dirottato sulla mezzala al posto dell’affaticato Cambiasso. Per la Roma Florenzi preferito all’acciaccato Pjanic, in avanti esordio del trio pesante Destro-Osvaldo-Totti.

LA PARTITA – Parte forte la Roma, difesa alta e possesso palla emttono in difficoltà l’Inter nei primi minuti di gioco. I continui tagli di Destro e soprattutto Florenzi preoccupano la retroguardia di Stramaccioni. Ed è proprio l’ex Crotone a sbloccare il risultato con un perfetto tempo di inserimento al 14′: traversone dalla destra troppo lungo, raccolto da Totti che dalla sinsitra punta Zanetti troppo passivo in questo caso, lasciando quindi crossare il capitano giallorosso libero di trovare solo Florenzi in area che di testa punisce Castellazzi. Vantaggio della Roma. L’Inter però reagisce immediatamente: il gol subito sveglia gli uomini di casa che cominciano a fiondarsi in area soprattutto dalla sinsitra, con gli inserimenti di Pereira e Nagatomo. Alla mezzora esce De Rossi e la Roma ne risente: verticalizzazione di Cassano che trova Milito solo davanti al portiere ma Stekeleburg riesce ad anticiparlo. E’il preludio al gol del pari: il forcing interista trova il culmine in un lancio di 40 metri di Sneijder che pesca Cassano al limite dell’area, la difende egregiamente su due uomini, si accentra e lascia partire un destro deviato da Burdisso, che con una palombella beffarda si spegne nel sette. Pareggio giusto dell’Inter al 45′, Zeman infuriato con i suoi colpevoli di aver arretrato troppo il baricentro. Squadre al riposto sul risultato di 1-1. Secondo tempo che parte con l’Inter che sembrerebbe intenzionata ad infierire, la Roma fatica a riproporsi davanti e su una conclusione di Guarin, Stekelemburg impedisce ai suoi di passare in svantaggio. Esce anche Balzaretti per infortunio, ma esce anche la Roma: verticalizzazzione stupenda di Totti, difesa dell’Inter aperta, ne approfitta Osvaldo che con un morbido cucchiaio fa 2-1. L’Inter ora ha fretta, fatica a ripartire e ci prova solo con i lanci lunghi. La squadra di Zeman può fare il suo gioco, ripartendo e facendo male con i suoi soliti tagli: ed è quanto avviene in occasione del 3-1 che chiude il match: splendida trivela di Osvaldo a pescare il taglio in area di Marquinho, Silvestre in ritardo, il brasiliano tenta il diagonale di sinitro sul primo pale che entra in rete, complice il pessimo piazzamento di Castellazzi. L’Inter non reagisce, la Roma vince meritatamente: comincia a vedersi la mano di Zeman, per l’Inter brusco stop dopo la settimana positiva fra campionato ed Europa League.

UOMO PARTITA SPORT CAFE’24 – OSVALDO 8 – Ancora una rete da manuale, ed un assist al bacio per Marquinho. L’espulsione sul finale, troppo severa, non rabbuia una prestazione concreta e generosa del bomber oriundo. Decisivo.

TABELLINO

Inter-Roma 1-3
Inter (4-3-1-2):
Castellazzi; Zanetti, Silvestre, Ranocchia, Nagatomo; Guarin, Gargano (31′ st Coutinho), Pereira (21′ st Cambiasso); Sneijder, Cassano (6′ st Palacio); Milito. A disposizione: Belec, Cincilla, Samuel, Juan Jesus, Duncan, Jonathan, Livaja. All.: Stramaccioni.
Roma (4-3-3): Stekelenburg; Piris, Burdisso, Castan, Balzaretti (11′ st Taddei); Tachtsidis, De Rossi (32′ Marquinho), Florenzi; Destro (25′ st Lamela), Osvaldo, Totti. A disposizione: Lobont, Svedkauskas, Marquinhos, Pjanic, Lopez, Tallo, Romagnoli. All.: Zeman.
Arbitro: Bergonzi
Marcatori: 15′ Florenzi (R), 46′ Cassano (I), 22′ st Osvaldo (R), 36′ st Marquinho (R)
Ammoniti: Guarin, Ranocchia (I), Destro, Osvaldo, Stekelenburg (R)

 

 Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *