Redazione

Premier, Van Persie guida una rimonta epica dello United. Solo pareggio per il Newcastle

Premier, Van Persie guida una rimonta epica dello United. Solo pareggio per il Newcastle
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tripletta incredibile di Van Persie che decide la partita negli ultimi 5 minuti.

LONDRA, 2 SETTEMBRE – L’imprevedibile calendario della Premier League propone due partite molto interessanti questa domenica pomeriggio, con il Newcastle che ospiterà l’Aston Villa e il Manchester Utd. che sarà di scena a Southampton. I Red Devils, che festeggeranno le mille panchine di Sir Alex Ferguson da tecnico dello United, si affideranno in attaccao al neo-arrivato Van Persie, sostituendo anche l’indeciso De Gea con Lindegaard tra i pali, mentre i Saints padroni di casa non potranno ancora contare sul colpo di mercato Gaston Ramirez. Tutta da godere anche la sfida tra i bianconeri di Newcastle, che affronteranno tra le mura amiche l’Aston Villa di coach Lambert.

 

SOUTHAMPTON – MANCHESTER UNITED 2-3

Marcatori: 16′ Lambert (SOU), 23′ Van Persie (MUD), 55′ Schneiderlin (SOU), 87′ Van Persie (MUD), 91′ Van Persie (MUD) .

Southampton (4-3-3) – Davis, Clyne, Fonte, Hooiveld, Fox, Ward-Prowse, Schneiderlin, S Davis, Puncheon, Lambert, Lallana.

Manchester United (4-3-2-1) – Lindegaard, Rafael, Ferdinand, Vidic, Evra, Valencia, Carrick, Cleverley, Kagawa, Welbeck, Van Persie.

IMPRESA VAN PERSIE-  L’incontro si apre con un Southampton più che mai deciso a conquistare i tre punti, e dopo un quarto d’ora ordinato e divertente, i Saints passano meritatamente in vantaggio: cross di Puncheon dalla destra a rientrare, ottimo stacco di Lambert che sovrasta Rafael e palla i rete alle spalle di Lindegaard. Lo United, dopo la sorpresa inziale, trova finalmente la forza di reagire, affidandosi ai suoi gioielli. Kagawa al 20′ impegna Davis con un bel destro, ma il pareggio arriva pochi minuti dopo, quando al 23′ Van Persie inventa un gol di classe pura, raccogliendo di petto un cross di Valencia e concludendo di sinistro con precisione e potenza. I Saints rispondono con un tentativo di Lambert che finisce fuori di poco, e prima del fischio di metà gara c’è solo il tempo per un pericoloso colpo di testa di Evra intercettato da Davis.

Il secondo tempo si apre nel segno di Van Persie, prima abilissimo a servire Kagawa, che dal limite sfiora il palo, e poi incredibilmente impacciato quando solo al centro dell’area non riesce ad appoggiare in rete un pallone comodo offerto da Valencia. Gol sbagliato, gol subito, dice la legge non scritta del calcio: è sufficiente un minuto affinchè il Southampton riparta dall’errore di Van Persie e, sfruttando un clamoroso scivolone di Evra, passi in vantaggio con un comodo tap-in di Schneiderlin. I Saints continuano a provarci ma al 68′ il direttore di gara fischia un insperato rigore per lo United: conquistato da Van Persie, è lo stesso olandese ad incaricarsi della battuta, probabilmente per tentare di riscattare gli errori precedenti. Ma oltre al gol, il pomeriggio a Southampton non sembra voler regalare altra gloria al bomber ex-Arsenal: il cucchiaio dal dischetto è una pessima idea, perchè il portiere avversario intuisce e il risultato non cambia. Van Persie non è però un giocatore che si arrende alle serate sfortunate e quando sembra ormai tutto perduto, l’attaccante olandese trova il gol a 3′ minuti dal termine dopo aver raccolto la respinta del palo su colpo di testa di Ferdinand. Chi crede che all’87’ il risultato sia ormai scritto non ha probabilmente fatto i conti con quello che era, non a caso, uno dei giocatori più ambiti della sessione di mercato estiva: nel primo minuto di recupero è ancora Van Persie a gelare i tifosi del Southampton con un colpo di testa su angolo di Nani. Hattrick per lui, come dicono gli inglesi, e pallone in regalo: con tutte le ragioni del caso, perchè con tre reti, un gol mangiato e un rigore sbagliato, un solo Van Persie sarebbe bastato a far divertire uno stadio intero.

 

NEWCASTLE – ASTON VILLA 0 – 1

Newcastle – Ba, Krul, Santon, Coloccini, Taylor, Anita, Cabaye, Gutierrez, Ben Arfa, Simpson, Cissè.

Aston Villa – Weiman, Guzan, Lowton, Lichaj, Clark, Ireland, Bannan, El Ahmadi, Holman, Vlaar, Bent.

Marcatori: 22′ Clark, 59′ Ben Harfa.

IL NEWCASTLE NON VA OLTRE IL PAREGGIO – Buona partenza del Newcastle che va più volte vicino al gol con Demba Ba, una vera spina nel fianco nella difesa dell’Aston Villa. Al 19′ però Darren Bent inizia a guidare l’assalto degli ospiti con una conclusione che esce davvero di pochissimo, mentre due minuti più tardi è El Ahmadi a provarci senza successo. Il gol è nell’aria e al 22′ in effetti arriva: Bannan crossa per Clark che di testa indirizza la palla nell’angolino in basso a destra. La gioia dei giocatori e dei tifosi dell’Aston Villa è l’ultima emozione del primo tempo.

Dopo la pausa il Newcastle appare decisamente più combattivo e, dopo un errore di testa al 56′ del solito Bent, i padroni di casa trovano il pareggio al 59′ con un gran gol di Ben Harfa: destro potente da fuori area che si insacca nell’angolino in alto a destra. Il gol infonde coraggio ai bianconeri che vanno tre volte vicini al vantaggio che completerebbe la rimonta tra il 60′ e il 70′ ma nè l’ispirato Ben Harfa nè Gutierrez riescono a battere il portiere. Finisce così a Newcastle, con un pareggio che non fa male a nessuno.

Matteo Brutti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *