Andrea Croce

Liga, prove di rincorsa per il Real Madrid

Liga, prove di rincorsa per il Real Madrid
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MADRID, 01 SETTEMBRE 2012 – Freschi vincitori della Supercoppa Spagnola ai danni del Barcelona, “los blancos” si preparano alla sfida con il Granada, con l’obiettivo di cominciare a recuperare parte dello svantaggio che li divide dalla vetta. Domani sera, per gli uomini di Mourinho, c’è un solo risultato, dopo i due passi falsi contro Valencia (1-1) e Getafe (2-1). Proprio il Barcelona ospiterà al Camp Nou un temibilissimo Valencia, e potrebbe lasciare per strada qualche punto.

ULTIMI COLPI DI MERCATO – Sembrava che con l’acquisto di Modric si fosse chiusa la campagna acquisti del Real Madrid, ed invece a poche ore dalla fine del mercato arriva nella capitale spagnola uno dei fedelissimi di Mourinho. Si tratta di Essien che, in prestito dal Chelsea, si dice entusiasta di aver ritrovato il suo vecchio maestro. Da registrare anche delle uscite, Sahin che si accasa al Liverpool, e Lass che nelle prossime ore dovrebbe ufficializzare il suo passaggio all’ Anzhi di Samuel Eto’o, oltre a Granero che si è trasferito al QPR.

ENTUSIASMO ALLE STELLE – La vittoria sul Barcelona, ha ridato molto entusiasmo all’ambiente del Madrid. Il complesso psicologico, che nelle scorse stagioni aveva frenato Ronaldo e compagni, sembra essere definitivamente superato. L’avvio di partita di mercoledì, con i due goal decisivi realizzati in pochi minuti, costringendo il Barça a difendersi come poteva, rappresenta un buon biglietto da visita per far capire quanto il Real Madrid sia deciso a riprendersi la vetta della Liga. L’unico sorriso a metà è quello di Ronaldo che sperava di tornare da Monaco con il premio dell’ UEFA come Miglior giocatore d’Europa, ed invece, ancora una volta, ha dovuto “applaudire” il successo di un blaugrana: Andres Iniesta.

PRE-PARTITA – In conferenza stampa oggi non c’era Josè Mourinho, impegnato in Inghilterra per assistere a Manchester City – QPR. Karanka si è presentato davanti ai microfoni ed ha parlato a tutto campo. Dagli ultimi movimenti di mercato, alla permanenza di Kakà che, a suo dire, “dovrà dare il massimo per mettere in difficoltà l’allenatore”. Il vice di Mourinho ha concluso dicendo che quanto successo con il Getafe è un episodio isolato e che la squadra arriva all’appuntamento con il Granada estremamente determinata. Su Iniesta miglior giocatore d’Europa dice: “E’ sempre importante che un riconoscimento così vada ad un giocatore spagnolo, ma io lo avrei dato a Ronaldo”.

Domani sera ore 19:50 il match per ricominciare a vincere anche in Liga, con la speranza di mettere un pò di pressione al Barcelona di Tito Vilanova.

 

Andrea Croce

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *