Ruggiero Daluiso

Milan, ipotesi fuga? Calma, siamo soltanto a marzo

Milan, ipotesi fuga? Calma, siamo soltanto a marzo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I rossoneri sono a +4 sulla Juventus, ma per parlare di titolo ipotecato è ancora presto...

Silvio Berlusconi e Cristiano Ronaldo. Solo un sogno?

MILANO, 12 MARZO –  La vittoria del Milan ai danni del Lecce ha fatto pronunciare strane parole: “scudetto quasi ipotecato”, “il Milan è in fuga”. Calma. I rossoneri nella partita di ieri hanno si vinto contro un modesto (e organizzato) Lecce, ma per parlare di titolo quasi ipotecato ce ne vuole. Siamo soltanto a marzo…

VITTORIA SCACCIAFANTASMI – La vittoria ancora una volta è pervenuta grazie ad un Ibra sempre più protagonista rossonero (autore di gol e assist) e grazie ad un Nocerino sempre più in versione bomber (ha segnato solo un gol in meno rispetto al capocannoniere bianconero Matri), ma la vera vittoria è stata quella di scacciare sia gli incubi londinesi sia le tensioni che ne sono derivate. Martedì sera i tifosi rossoneri hanno temuto il peggio, rivivendo la notte de La Coruna (8 aprile 2004). E come se non bastasse, dopo la batosta ricevuta all’Emirates Stadium dai Gunners, i protagonisti rossoneri si sono ritrovati il giorno dopo per un faccia a faccia chiarificatorio (due su tutti Ibrahimovic e Allegri). Tutto chiarito, tutto risolto, turno passato.

IL SOGNO DI BERLUSCONI – Il patron rossonero è un esteta del calcio, questo si sa. Ma l’ultima dichiarazione “sogno Cristiano Ronaldo tutte le notti, lo porterei al Milan pagando una cifra equa” fa, appunto, sognare tutti i tifosi rossoneri. Ma c’è da dire anche che al momento sembra quasi impossibile portare l’attaccante portoghese sotto la Madunina. Con Cristiano Ronaldo il Milan in attacco risolverebbe molti problemi, due su tutti Tevez e Pato. L’Apache è rimasto nel taccuino di Adriano Galliani ma a questo punto con l’acquisto del portoghese si sancirebbe il definitivo “addio” tra l‘interesse del Milan e il giocatore argentino, mentre il Papero, tutt’ora sotto osservazione per capire i continui stop per cause muscolari, reduce da una stagione deludente potrebbe approdare al PSG alla corte di Ancelotti e Leonardo (da sempre due figure paterne che hanno dato il via alla crescita di Alexandre).

GLI AVVERSARI IN SILENZIO STAMPA – La Juventus intanto ha ottenuto l’ennesimo pareggio, questa volta a Marassi contro il Genoa, recriminando in silenzio (causa silenzio stampa) per il gol regolarissimo annullato all’esterno bianconero Simone Pepe.

a cura di Ruggiero Daluiso

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *