Redazione

Mercato Juve, il punto sul top player. Cardozo bianconero?

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Da Llorente a Dzeko passando per le terze scelte Osvaldo e Cardozo

Fernando Llorente, 27 anni

TORINO, 28 AGOSTO – È martedì ed il tempo stringe. In meno di quattro giorni finirà la sessione estiva del mercato. Le attese sono ancora tante. I tifosi juventini aspettano il tanto sognato top player, un’attesa che sarà, forse, inutile o che porterà la vera ciliegina sulla torta del mercato bianconero.

LLORENTE PER 36 MILIONI – Emerge un ostacolo per la rincorsa a Fernando Llorente, perché le cifre si sono alzate e i 20 milioni di qualche giorno fa sono ormai un ricordo. Ieri il presidente dell’Athletic, Josu Urrutia, ha parlato a Canal Plus: “Per Llorente, se la Juventus lo vuole davvero, deve cacciare fino all’ultimo centesimo dei 36 milioni di euro della clausola“. Tra Marotta e li spagnoli emerge l’ostacolo contrattuale. “E’ un giocatore dell’Athletic e ci aspettiamo di continuare a contare su di lui. Ho sempre detto che un calciatore può andare via se non interessa più all’Athletic o se qualcuno paga la sua clausola di rescissione, ma queste condizioni non ci sono.” Il patron spagnolo ha poi continuato sul possibile rinnovo della punta, esprimendosi sempre sulla stessa linea. “Non apriremo alcuna trattativa, abbiamo detto quello che pensiamo e le voci non dipendono da noi”. Brusca frenata o strategia si mercato? L’arrivo di Llorente a Torino, per ora, è solo un miraggio ma tutto è ancora possibile. Perché l’asse Torino-Bilbao non è l’unico instaurato dalla dirigenza bianconera in questa povera estate di mercato.

Pablo Osvaldo, alla Roma dall’estate 2011

DZEKO, JO-JO E OSVALDO – Si lavora ancora su Edin Dzeko. Mancini farebbe partire il bosniaco solo in caso di un nuovo arrivo e dopo la ribadita incedibilità di Stevan Jovetic, cercato con insistenza proprio dal City e anche dalla Juve, l’arrivo di una punta di livello nello spogliatoio dei campioni d’Inghilterra sembra difficile. Perciò in corso Galileo Ferraris nei giorni scorsi è spuntata l’ipotesi Pablo Osvaldo. Gli uomini di mercato bianconeri pensavano di concludere per l’attaccante italo argentino a 20 milioni cash. Una trattativa, però, tramontata sul nascere in seguito al capolavoro di domenica, quella rovesciata dell’1 a 1 contro il Catania, che ha portato la società giallorossa a blindare il proprio numero 9.

LE TERZE SCELTE – Marotta e colleghi sono costretti a ripiegare sulle terze scelte. Ecco, quindi, spuntare i nomi di: Oscar Cardozo, paraguaiano del Benfica, e Loic Remy, venticinquenne del Marsiglia. Con un occhio alla pista italiana perchè torna di moda il nome di Marco Boriello, il quale tra tutte le destinazioni italiane (Milan, Inter) preferirebbe proprio il club di Torino.

ARIA PESANTE A BILBAO – L’aria a Bilbao è sempre più pesante. Oltre alle grane di mercato, con le due stelle, Javi Martinez e Llorente, nemmeno convocate, gli uomini di Bielsa vanno incontro a una sonora sconfitta contro l’Atletico Madrid in una partita che non ha avuto storia con il 4 a 0 finale che parla da solo. Al Vicente Calderon sono andati a segno un immenso Falcao (tripletta) e l’ex juventino Tiago. L’attuale situazione d’incertezza non giova proprio a nessuno: ecco perchè la Juventus ha motivi legittimi per poter sperare ancora nell’arrivo di Fernando Llorente, autentico cruccio del mercato di agosto. Il primo grande obiettivo rimane lui, ma il 31 agosto è vicino. Come andrà a finire?

A cura di Giovanni Lorenzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *