Redazione

San Siro, per il Barça terreno non adatto: ed è subito polemica

San Siro, per il Barça terreno non adatto: ed è subito polemica
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 30 MARZO – La grande notte di Champions che ha visto opposte Milan e Barcellona è finita da pochi giorni ma lo strascico di polemiche si è subito protratto in men che non si dica. Stavolta a far discutere non è nè l’arbitraggio (anche se i catalani lamentano un rigore a favore), nè qualche dichiarazione fuori luogo: il bandolo della matassa è il terreno di gioco del “Meazza”, giudicato non all’altezza per una sfida d’altissimo livello come quella disputata due giorni fa.

Ormai in Italia tutte le squadre che affrontano Milan o Inter sono abituate ad un terreno di gioco sconnesso e gibboso e in passato molti infortuni sono stati causati dalle conche presenti sul campo (in particolare Inzaghi e Crespo ne sanno qualcosa). Mercoledì sera, però, la situazione è apparsa più grave del previsto. I giocatori faticavano a stare in piedi e lo spettacolo ne ha risentito parecchio: nel dopo gara le voci azulgrana sono tutte unite in un coro contro l’inagibilità del terreno che avrebbe penalizzato entrambe le squadre. Il Milan è consapevole di questa situazione e Galliani non ha potuto far altro che  annuire rassegnato di fronte alle dichiarazioni di Guardiola e dei suoi ragazzi.

Il Barcellona ora ha avanzato una denuncia all’UEFA. L’esposto non è ancora ufficialmente arrivato ma, in ogni caso, i tifosi rossoneri possono stare tranquilli: il Milan non rischia nulla visto che l’arbitro ha giudicato accettabili le condizioni del campo. Quali potrebbero essere, allora, le conseguenze di questa denuncia? tanta polvere e più attenzione nel futuro.

[smartads]

Le lamentele del Barça, però, hanno sollevato molte polemiche. La maggior parte dei tifosi ha anche fatto notare come le pessime condizioni del “Meazza” abbiano penalizzato anche gli uomini di Allegri, ma dalla parte rossonera nessuno ha obiettato così apertamente. L’unica cosa concreta da fare è cercare una soluzione: ecco quali potrebbero essere i possibili scenari.

In un primo momento si potrebbero rattoppare le zone più sconnesse, mentre in un futuro si potrebbe pensare ad una sostituzione completa del terreno di gioco. Il “Meazza” è da sempre uno fra gli stadi più “sfruttati” in Italia: la soluzione sarebbe sicuramente dispendiosa, ma Inter e Milan potrebbero parlarne a breve per trovare un punto d’incontro.

Nicolò Bonazzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *