Matteo De Angelis

Mercato Milan: Kakà e Diarra più vicini

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Stasera l'incontro tra Perez e Bronzetti, mercoledì Galliani a Madrid

MILANO, 27 AGOSTO 2012 – Urgono rinforzi. Dopo il clamoroso k.o. interno contro la Sampdoria all’esordio in campionato, la società rossonera torna a muoversi sul mercato. Stasera è previsto l’incontro tra il presidente del Real Madrid Florentino Perez e l’emissario Ernesto Bronzetti. I due parleranno di un possibile ritorno al Milan di Kakà e dell’acquisto del centrocampista Lassana Diarra. 

OBIETTIVO: TORNARE COMPETITIVI – La debacle rossonera contro la neopromossa Sampdoria ha messo ulteriormente in luce i problemi che la squadra aveva già manifestato durante le amichevoli estive. Le partenze dei due ex pilastri Thiago Silva e Ibrahimovic, sommate alla cessione di Cassano e agli addii di gente del calibro di Gattuso, Inzaghi, Nesta e Seedor non sono state adeguatamente sostituite da innesti importanti. Gli acquisti di Zapata, Acerbi, Montolivo, Traorè e Pazzini non garantiscono al Milan la qualità della scorsa stagione. Ed ecco allora che la società si trova necessariamente costretta a tornare sul mercato. Anche perché i tifosi continuano a mugugnare e si chiedono perché il club non si decida ad investire una parte del cash ottenuto dai francesi del Paris Saint German.

COLPI LAST MINUTE A MADRID – I rinforzi portano il nome di Kakà e Diarra. Stasera Bronzetti avrà un primo contatto con il presidente dei blancos Perez e qualunque sarà l’esito della “chiacchierata” mercoledì Adriano Galliani volerà a Madrid. La doppia trattativa potrebbe concludersi felicemente per tutti: per il Milan che porterebbe a casa due rinforzi per la stagione, per il Real che, dopo l’acquisto di Modric, si sgraverebbe del peso di due ingenti stipendi, per i calciatori che non sarebbero costretti a trascorrere un’intera annata sulla panchina madrilena. Il problema però è quello relativo alla modalità degli accordi: il Real vorrebbe cedere a titolo definitivo il brasiliano, il Milan invece accetterà un ritorno di Kakà solo con la formula del prestito. Diarra invece ha un contratto che scade nel 2013: il Real rischia di perderlo a costo zero la prossima stagione. Le due parti dunque proveranno a trovare un accordo ma sarà decisiva la volontà del giocatore: Kakà ha deciso di ridursi lo stipendio pur di tornare in rossonero e provare a riscattare le deludenti stagioni spagnole, Diarra non potrà chiedere al Milan un ingaggio superiore ai 3 milioni di euro.

NENE’ PER L’ATTACCO – Nelle ultime ore la società di via Turati ha sondato il terreno anche per un nuovo attaccante: si tratta di Anderson Luiz de Carvalho, ai più noto come Nenè, attaccante del PSG. Il brasiliano classe ’81 in questa stagione verosimilmente si troverà bloccato dai nuovi acquisti milionari del club parigino e non sarebbe contrario ad un approdo in rossonero. La trattativa potrebbe concretizzarsi anche qualora Kakà dovesse tornare al Milan. Gli infiniti infortuni di Pato, lo stop di Robinho e la giovane età di El Shaarawy non garantiscono a Massimiliano Allegri una vasta scelta per il reparto avanzato. Ed ecco allora che l’arrivo di Nenè potrebbe ridare un po’ di ossigeno ad una squadra che ha il necessario bisogno di ritrovarsi il più in fretta possibile.

a cura di Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *