Redazione

Liga, clamoroso Getafe! Real Madrid sconfitto 2-1

Liga, clamoroso Getafe! Real Madrid sconfitto 2-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

GETAFE, 26 AGOSTO – Chi l’avrebbe mai detto. Il Real Madrid, Campione di Spagna in carica, non solo non riesce ad espugnare il modesto Getafe, ma addirittura ritorna a casa con una imprevedibile sconfitta. Il Getafe batte il Real Madrid 2-1, grazie alle reti di Varela e Barrada in risposta al vantaggio realizzato al 27′ da Higuain. L’ambiente Real, dopo 1 punto in 2 partite e la sconfitta nell’andata di Supercoppa, diventerà incandescente e forse nemmeno l’arrivo di Luka Modric potrà risollevare la situazione.

HIGUAIN IN RETE! – Primo tempo tutt’altro che trascendentale da parte di entrambe le squadre: se il Getafe fatica ad uscire dalla propria metà campo, il Real non brilla per continuità nella sua iniziativa offensiva. La prima emozione arriva solamente al 16′ dopo un lungo e sterile quarto d’ora di possesso delle merengues: Ozil non riesce clamorosamente ad insaccare al volo da pochi passi a porta sguarnita dopo un doppio eccezionale scambio con Higuain e coglie solamente la parte superiore della traversa.  Il Real non si scompone e continua con la sua lenta manovra, risultando pericoloso però solamente da calcio piazzato: Ronaldo calcia potente da 30 metri, ma Moya si distende alla sua sinistra e devia in calcio d’angolo. Bisogna aspettare il 27′ per trovare il vantaggio degli uomini di Mourinho. Il mattatore è ancora una volta Higuain, servito, come in occasione dell’ 1-0 di domenica scorsa, da Di Maria: l’argentino supera il portiere e deposita in rete la sua seconda rete in questa stagione. L’ultimo quarto d’ora del primo tempo ripete le stesse dinamiche dei primi 30′ con un Real troppo poco deciso in fase offensiva contro una formazione nettamente in difficoltà. Ronaldo cerca il raddoppio da fuori, ma è il Getafe, senza per altro meriti particolari, a sfiorare il pareggio: al 34′ Casillas esce a vuoto su di un calcio d’angolo, regalando ad Abraham un occasione che non riesce a sfruttare.

SORPRESA GETAFE – Il Real dovrebbe, a questo punto, pensare solamente al raddoppio, ma succede l’inaspettato: al 53′ il Getafe trova il pareggio che nessuno avrebbe pronosticato. Gli uomini di Mourinho soffrono ancora una volta i calci piazzati e sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti Varela è abile a sfruttare la staticità di Xabi Alonso e Sergio Ramos, colpevolmente immobili, e a colpire di testa alle spalle di Casillas. Dopo appena 3 minuti, la sorpresa potrebbe raddoppiare, se Miku non mancasse per un soffio l’appuntamento con il cross calciato da Lafita.

REAZIONE REAL – Il Real si ricorda, improvvisamente, di essere lo squadrone capace di superare la scorsa stagione il Barcellona leggendario e decide di tentare il tutto per tutto. Benzema entra al posto di Lassana Diarra e al 60′ sfiora la rete in girata. L’occasionissima capita però a Di Maria: slalom meraviglioso al centro del campo, ma conclusione terribile da posizione centrale che finisce in tribuna alla destra del portiere avversario. Mourinho rivede gli spettri di domenica scorsa, quando il lungo forcing finale non è bastato a superare la resistenza del Valencia ed inserisce Callejon per Marcelo, mettendo in campo un 3-3-4.

CLAMOROSO GETAFE – Se l’1-1 era stato sorprendente, il 2-1 del Getafe assume un contorno clamoroso: il neo-entrato Colunga si invola sulla sinistra e crossa rasoterra per il talentuoso esterno destro Barrada che, senza pensarci due volte, scaglia il pallone potentemente sotto la traversa. Non basta. Al 77′, solamente due minuti dopo il vantaggio, il Getafe rischia di colpire per la terza volta. Xavi Torres concretizza un contropiede con un bolide da fuori area, Casillas è però fenomenale nella risposta. Il protagonista diventa allora il portierone spagnolo: all’ ’80 è costretto addirittura all’uscita fuori area per chiudere lo spazio all’arrambante Getafe. Il Ral prova il tutto per tutto, ma le ripartenze del Getafe sono davvero brucianti. All’ ’86 è Xabi Alonso a salvare il risultato in scivolata su Lafita. Niente da fare. Il Real non riesce a rendersi nemmeno troppo pericoloso e la vittoria finale, inaspettata come non mai, è del Getafe. Nota che sottolinea tutto il nervosismo in casa Real: al 92′ Fabio Coentrao riesce anche nell’ardua impresa di farsi espellere direttamente dalla panchina. Mourinho avrà molte cose su cui riflettere.

TABELLINI:

GETAFE 2 (53′ Valera, 75′ Barrada)
REAL MADRID 1 (27′ Higuain)

Le Formazioni:

GETAFE (4-2-3-1): Moya; Torres, Alexis, Abraham (51’Lopo), Valera; Torres, Michel; Castro, Lafita, Barrada (85’Lacen); Miku (’70 Colunga) A disp.: Lacen, Lopo, Manè, Codina, Colunga, Gavilan, Sarabia. All.: L. Garcia.

REAL MADRID (4-2-3-1): Casillas; Arbeloa, Albiol, Sergio Ramos, Marcelo (74′ Callejon); Xabi Alonso, Diarra (59′ Benzema); Di Maria (79′ Morata), Ozil, Ronaldo; Higuain A disp.: Adan, Varane, Coentra, Khedira, Morata, Callejon, Benzema. All.: Jose Mourinho

Ammoniti: Valera, Michel, Xavi Torres; Raul Albiol (R.M.)
Espulsi: 92′ Coentrao
Arbitro: Perez Lasa

Angelo Chilla

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *