Antonio Foccillo

Serie A, la Juventus riprende da dove aveva finito: 2-0 al Parma

Serie A, la Juventus riprende da dove aveva finito: 2-0 al Parma
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

TORINO, 25 AGOSTO- La Juventus riprende da dove aveva finito la scorsa stagione e cioè vincendo. Come nell’esordio della passata stagione, il Parma si arrende ai Campioni d’Italia, sta volta limitando a due le reti di differenza. Partita meno spettacolare dello scorso anno ma solita pragmaticità della Juve, che riesce a ottenere i tre punti contro un Parma coraggioso.

LA PARTITA:  Il primo tempo è piuttosto fiacco, con le squadre disposte a specchio e piuttosto bloccate. La prima mezz’ora è di stampo gialloblu, con gli uomini di Donadoni che tengono i ritmi bassi e riescono a limitare la Juve.  La partita si infiamma al 32′, quando Lichtsteiner si inserisce in area e viene toccato da Mirante : per il giudice di porta è calcio di rigore. Pronti via, al secondo anticipo della stagione vengono subito chiamati in causa i nuovi collaboratori dell’arbitro. Sul dischetto si presenta Vidal dopo aver sfilato la palla a Vucinic, ma Mirante riesce a neutralizzare . La Juve cerca di reagire facendosi vedere dalle parti di Mirante prima con Vucinic, che tenta un destro a giro largo; poi è la volta di Pirlo che cerca con un cross in area lo stesso Vucinic che non controlla il pallone. Ancora Vucinic,al primo minuto di recupero,tenta il goal da cineteca cercando di sorprendere Mirante con un tiro-cross dalla fascia destra. Dopo la pausa subito Vucinic, dopo 6 minuti, si trova a tu per tu con Mirante e si fa respingere la conclusione. Dopo 2 minuti però arriva il goal del vantaggio bianconero: Asamoah va via a Rosi sulla sinistra e mette una gran palla al centro dove Lichsteiner insacca di piatto anticipando la difesa del Parma. Passano solo quattro minuti e arriva il raddoppio di Pirlo direttamente su punizione. Goal che farà molto discutere  perchè la palla non sembra entrata del tutto, ma il giudice di porta anche qui si assume la responsabilità di assegnare la segnatura ai bianconeri. Si vede il Parma dopo una decina di minuti, con Belfodil che da posizione ravvicinata non riesce a insaccare. Pochi minuti e ancora il Parma si presenta davanti a Storari, con Valdes che prende in controtempo la difesa della Juve, ma ritarda troppo il passaggio per Belfodil facendosi recuperare da Bonucci. Nei minuti finali a impegnare Storari è Ninis, che dopo aver ricevuto da Belfodil salta l’uomo e tenta la conclusione dal limite.

UOMO PARTITA SPORTCAFE24 : Asamoah 8 – Esordio eccellente per il ghanese che si piazza sulla fascia sinistra e regala l’assist per il primo goal della Juventus firmato da Lichtsteiner. Tanta corsa abbinata a tanta qualità per l’ex Udinese, che si dimostra un acquisto azzeccatissimo.

JUVENTUS 2 (53′ Lichtsteiner, 58′ Pirlo)
PARMA 0

JUVENTUS (3-5-2): Storari; Bonucci, Marrone, Barzagli; Lichtsteiner (77′ Padoin), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Giovinco (87′ De Ceglie), Vucinic (78′ Matri).  All.: Carrera

PARMA (3-5-2): Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli; Rosi (80′ Pellè), Acquah (57′ Ninis), Parolo, Valdes, Gobbi; Pabòn (57′ Belfodil), Biabiany. All.: Donadoni

Ammoniti: Giovinco (J), Acquah, Biabiany, Lucarelli, Mirante, Paletta, Valdes (P).
Espulsi:
Arbitro: Romeo di Verona

NOTE: Mirante (P) para un rigore a Vidal (J) al 33′

Antonio Foccillo

Share Button

One Response to Serie A, la Juventus riprende da dove aveva finito: 2-0 al Parma

  1. alberico 26 agosto 2012 at 1:29

    solita juve e solito arbitraggio a senso unico:un rigore ke non c'era x fuorigioco dello juventino -punizioni zero a favore del Parma e un gol ke non era gol

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *