Andrea Croce

Liga, Barcelona nel Regno di Navarra per la “prima” lontano dal Camp Nou.

Liga, Barcelona nel Regno di Navarra per la “prima” lontano dal Camp Nou.
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

BARCELONA, 25 AGOSTO 2012 – Domani, alle 19, a meno di 72 ore dalla vittoria con il Real Madrid, nell’andata della Supercoppa di Spagna, il Barcelona affronta la sua prima trasferta ufficiale della stagione 2012/2013. Dopo due successi consecutivi tra le mura amiche, gli uomini di Tito Vilanova, saranno ospiti dell’Osasuna, avversario sempre temibile, specie davanti al proprio pubblico.

INIZIO “REAL” – La stagione è iniziata nel migliore dei modi per Messi e compagni. Nelle prime due apparizioni già 8 goal fatti, con qualche piccola disattenzione difensiva, che hanno portato ad incassare tre reti. Il passivo poteva essere inferiore se non ci fosse stata la “papera” di Victor Valdes, che ha regalato a Di Maria il goal del 3-2, lasciando vive le speranze del Real Madrid di ribaltare il risultato al Santiago Bernabeu. Sul piano del gioco invece si registrano solo segnali positivi. Il Barcelona gioca bene, ad un ritmo che sembra anche più sostenuto rispetto ai tempi, non troppo lontani, di Guardiola, e con verticalizzazioni continue che hanno messo in seria difficoltà le due Real.

TUTTI CON VALDES – Il più arrabbiato per il risultato di giovedì sera è proprio il portiere catalano. Vilanova, subito dopo il match, e i suoi compagni in successione si sono schierati con Valdes dopo il clamoroso errore che, nel finale ha lasciato delle possibilità agli uomini di Mourinho. Sia Xavi che Alves hanno cercato di sdrammatizzare. Da sottolinerare le parole di Vilanova: “Questo è quello che chiediamo a Victor, in tante situazioni ci permette di mantenere il possesso palla giocandola con i piedi dopo un alleggerimento. Oggi ha commesso un errore, domani potrebbe toccare ad un altro, ma lui è fondamentale per il nostro gioco”.

LA ROSA AL COMPLETO – Ieri tutti in campo per preparare la trasferta contro l’Osasuna. Allenamento molto blando per chi è sceso in campo giovedì, e leggermente più sostenuto per gli altri. La vera seduta di preparazione per il match di domani è stata questa mattina alle 9, con Thiago Alcantara unico assente per infortunio. Difficile fare delle previsioni sulla formazione che scenderà in campo, ma è probabile che sulla linea difensiva torni Jordi Alba sulla sinistra al posto di Adriano e Puyol potrebbe dare il cambio a Mascherano. A centrocampo insieme a Busquets e Xavi dovrebbe esserci spazio per Cesc, con Iniesta spostato più avanti. A completare il reparto il sempre presente Messi insieme a Sanchez. In panchina dovrebbe andare il nuovo acquisto Song.

FRONTE OSASUNA – Dopo la sconfitta nell’esordio di Liga contro il Deportivo La Coruña, la squadra navarra cerca immediato riscatto. L’occasione non è delle più facili, come ha fatto notare Nino in conferenza stampa. L’attaccante, che chiama a raccolta i sostenitori, spera che l’Osasuna ripeta la prestazione dello scorso anno, quando si impose per 3-2, contro una squadra in piena lotta per il titolo. Secondo l’attaccante  “Bisogna giocare al 100% e sperare che non siano in giornata di grazia”, e aggiunge di non credere a un Barça stanco: “Sono abituati a giocare a certi ritmi e ad impegni ravvicinati. La loro forza è giocare ogni partita avendo dimenticato la precedente”.

Domani sera, nonostante sia ancora Agosto, dovrebbe esserci il tutto esaurito. Il Barcelona attrae sempre pubblico, e saranno in molti a non volersi perdere il match contro i blaugrana, magari per gustarsi un altro sgambetto.

 

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *