Walter Molino

Supercoppa Spagnola: Al Barcellona la gara d’andata, Real battuto 3-2

Supercoppa Spagnola: Al Barcellona la gara d’andata, Real battuto 3-2
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Messi controlla il pallone

 BARCELLONA, 23 AGOSTO – Il primo atto della Supercoppa Spagnola finisce 3-2 in favore degli uomini di Tito Villanova. Si è visto un Barcellona dominante che ha saputo rimontare l’iniziale vantaggio madrileno firmato Cristiano Ronaldo. Poi Messi, Pedro e Xavi hanno messo le cose apposto, mettendo il risultato abbastanza al sicuro per la gara di ritorno. Ci ha pensato Valdes sul finale a ridare pepe al partido de vuelta, bravo Di Maria ad accorciare le distanze.

SOLITO DOMINIO – Nonostante il cambio sulla panchina culè, l’impronta di gioco è sempre quella di Guardiola. Possesso palla asfissiante. Dopo i primi 10 minuti era addirittura al 71 % in favore della squadra catalana. I disimpegni del Barça sono sempre un piacere per gli occhi e i blancos poco possono fare se non correre qua e là per cercare di togliere il pallone. Anche in attacco meglio la squadra di Vilanova. L’occasione migliore è capitata sui piedi del solito Lionel Messi, che ha ricevuto un cross rasoterra di Alves, ma il tiro a giro è finito a lato. Il Real Madrid ha fatto sicuramente un passo indietro considerate le partite degli scorsi anni.

 GOAL ALLA RIPRESA – Nel secondo tempo arrivano i goal. Inaspettatamente, e anche tutto sommato immeritatamente è il Real Madrid a portarsi in vantaggio con un’incornata di Cristiano Ronaldo che anticipa Sergio Busquets in seguito ad un calcio d’angolo. Poco tempo per gioire per Josè Mourinho che arriva il pareggio blaugrana. Mascherano con un gran lancio trova Pedro che stoppa il pallone e lo mette alle spalle di Casillas. Il goal è probabilmente viziato da una posizione irregolare dell’attaccante spagnolo. I catalani da qui tornano a dominare e si portano avanti con Messi che segna dal dischetto. Poi i professori salgono in cattedra. Iniesta crea scompiglio nella trequarti merengue, con la punta serve Xavi che solo davanti al portiere non può far altro che mettere un’ altra rete a referto. Il Real Madrid non è riuscito a reagire, e la mazzata del pareggio, subita due minuti dopo il vantaggio galacticos è stata troppo severa ed indigesta.

PAZZIA VALDES – Tutto quello che non deve succedere per una squadra come il Barcellona è successo all’85°. Valdes riceve un retropassaggio dalla difesa e tenta un dribbling su Di Maria. L’ala argentina è molto caparbia nell’impensierire il portiere spagnolo che incredibilmente perde il pallone subendo il goal del 3-2 che vanifica tutti gli sforzi dei compagni. Dovrà sicuramente scusarsi il portiere catalano con tutti i suoi aficionados; un calo di concentrazione simile non è assolutamente ammesso a questi livelli. Ciò ha costretto il Barça a soffrire negli ultimi minuti, ma il Real non è riuscito ad impattare.  Il Real Madrid con questo punteggio può sicuramente dire la sua nella gara di ritorno che si giocherà al Santiago Bernabeu tra una settimana. Il Barça non può assolutamente dormire sonni tranquilli.

Uomo Partita SportCafè24: Iniesta – Anche i non amanti di questo sport, davanti alla classe di Andrès finirebbero per innamorarsene. Tocca il pallone con una tecnica troppo sopraffina, a volte sembra quasi essere ingiusto che lui possa fare certe giocate accarezzando il pallone e gli altri no. La perla dell’assist al compagno di reparto Xavi è la ciliegina sulla torta di una prestazione come al solito eccellente. Un altro pallone delizioso l’ha consegnato ai piedi di Messi all’84°.

BARCELLONA (4-3-3): Valdés; Alves, Piqué, Mascherano, Adriano; Busquets, Xavi, Iniesta; Pedro, Alexis y Messi

REAL MADRID (4-2-3-1): Casillas, Arbeloa, Ramos, Albiol, Coentrao; Xabi Alonso, Khedira; Callejón, Özil, Cristiano Ronaldo; Benzema

Marcatori: 54° Ronaldo; 56° Pedro, 70° Messi (RIG), 77° Xavi, 85° Di Maria.

A cura di Walter Molino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *