Redazione

Mercato Juventus, i nomi caldi: da Llorente a Dzeko con un occhio a Jovetic

Mercato Juventus, i nomi caldi: da Llorente a Dzeko con un occhio a Jovetic
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Fernando Llorente, 27 anni

TORINO, 22 AGOSTO – Persi Suarez, Van Persie e Pazzini, la Juventus si tutela. Perché se il Milan e l’Inter si arrangiano tra loro, la Vecchia Signora è sempre sulle tracce del famigerato top player. Nell’ultima settimana di mercato, si sa, tutto è possibile e i saldi di fine stagione spesso rivoluzionano le intere rose.

TOP PLAYER? – La pista Fernando Llorente si è raffreddata. A parlare riguardo la trattativa è stato l’agente del giocatore, Arino Bajo che al Telegraph ha detto: “Non so quale sarà il club con il quale il ragazzo giocherà ma posso dire quante sono le squadre interessate: due, una si trova a Londra e l’altra a Manchester”. Tottenham e City sono in pole position. Intanto però gli Spurs hanno preso Emmanuel Adebayor dal Real Madrid, che ritorna a Londra dopo la scorsa stagione in prestito dal club spagnolo. Ma la Juventus resta vigile e la dirigenza bianconera è disposta a metter sul piatto un offerta di 20 milioni di euro più bonus contro i 25 più bonus chiesti dall’Athletic Bilbao. Oggi è previsto un vertice a Bilbao e per ora attendere resta l’unica cosa da fare, ma Marotta e colleghi lavorano su più fronti. Perché c’è il rischio di ripetere un altro flop alla Van Persie, ed è per questo che, sul fronte inglese, Edin Dzeko è ancora un osservato speciale. Dopo l’infortunio di Sergio Aguero sembrava che la permanenza del bosniaco fosse scontata, ma in seguito ai primi accertamenti clinici, è emerso che il ventiquattrenne argentino potrebbe tornare in campo entro fine mese: lo stop, quindi, è meno grave del previsto. Dzeko quindi tornerebbe a essere l’uomo da sacrificare in casa City per far posto al nuovo colpo. Negli scorsi giorni il club di Torino aveva proposto a Mancini 15 milioni di euro più altri 15 di bonus per il cartellino della punta ventiseienne, l’offerta però è stata prontamente rispedita al mittente ma la trattativa è ancora aperta, in attesa di ulteriori sviluppi.

Stevan Jovetic, alla Fiorentina dal 2008

FRONTE ITALIANO – Il mercato juventino però si gioca molto anche sul fronte italiano. Il nome di Stevan Jovetic non è mai passato di moda e a una settimana dalla fine del mercato estivo tutto è ancora possibile. Il montenegrino è molto stimato da Conte e il prezzo fissato da Della Valle, patron viola, di 30 milioni di euro non sembra insormontabile. Perché lo staff dei campioni d’Italia lavora per inserire nella trattativa Fabio Quagliarella come contropartita assieme a un conguaglio in denaro. La posizione della Fiorentina però è chiara da tempo tanto che la dirigenza viola si è espressa più volte sull’incedibilità del giocatore, cercato anche dal Manchester City. Montella nutre fiducia del talento classe ’89 al quale ha assicurato la fascia di capitano e un progetto tutto costruito intorno al talento cresciuto nel Partizan.

ZIEGLER IN USCITA PER CISSOKHO? – Gli uomini di Marotta si muovono anche per la fascia sinistra, perché Kwandwo Asamoah e Paolo De Ceglie da soli non bastano. Gli osservati speciali sono molti, si parla di Armero, Kolarov e Peluso. Ma la novità delle ultime ore è Aly Cissokho. Il ventiquattrenne francese, al Lione dal 2009, è stato vicinissimo al Milan e al Napoli che lo ha seguito nei mesi scorsi. Gli uomini bianconeri hanno incontrato l’agente del giocatore ed al Lione è stato proposto Reto Ziegler più un conguaglio in denaro. Per lo svizzero, valutato 3-4 milioni, molti club si sono fatti avanti: Stoke City, Palermo, Fernebahce e Benfica, con la destinazione portoghese prediletta dal giocatore ex Sampdoria.

A cura di Giovanni Lorenzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *