Enrico Gorgoglione

Champions League, al via i preliminari. Domani tocca all’Udinese

Champions League, al via i preliminari. Domani tocca all’Udinese
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L'attenta disamina della nostra redazione sui preliminari di Champions di stasera

Champions League

MOSCA, 21 AGOSTO –  Comincia dalla fredda e immensa Russia la nuova avventura europea della Champions League. La 58esima edizione del torneo organizzato dall’UEFA, la cui finale quest’anno si disputerà nel nuovo e avveniristico stadio Wembley di Londra, apre oggi i battenti della fase di playoff, quella che darà accesso alla fase a gironi, la “vera” Champions League, quella
delle emozioni, delle lacrime e degli stadi pieni in ogni ordine di posto. Contrariamente alle altre edizioni, non partecipano ai playoff squadre di grande blasone e ci sarà molta curiosità per capire chi riuscirà a raggiungere il famigerato “posto al sole” che dà diritto alla fama e anche ad un bel gruzzolo di moneta sonante. Ci sarà anche l’Udinese di Francesco Guidolin tra i 20 team che
proveranno a superare la fase dei playoff. I friulani, che nella scorsa stagione sono usciti a testa alta contro l’Arsenal di Arsene Wenger, se la vedranno domani contro i lusitani del Braga, che tanto bene hanno fatto l’anno scorso in Europa League.

 

Krasic

SI COMINCIA OGGI ALLE 18 CON SPARTAK-FENERBAHCE – L’andata dei playoff di Champions League parte però a partire dalle ore 18:00, quando scenderanno in campo lo Spartak Mosca e i turchi del Fenerbahce. Sarà una sfida interessante, con i due team che hanno già cominciato i rispettivi campionati, e attraversano quindi un discreto stato di forma. I moscoviti, che nel campionato russo inseguono lo Zenit di Spalletti ad una sola lunghezza di distanza, sono guidati dall’ex Valencia Unai Emery, che porterà esperienza al team della capitale russa. I biancorossi vantano una squadra molto solida, anche se priva di stelle da tener d’occhio. Alle 18, il tecnico iberico dovrebbe schierare un offensivo 3-4-3, con il brasiliano Wellinton a fungere da terminale offensivo, supportato da Ari ed Emmenike. I giallo neri turchi si presentano a Mosca carichi e ambiziosi per dimenticare in fretta lo scandalo calcio-scommesse. La dirigenza turca questa estate ha messo a segno i colpi Krasic e Kuyt e punta decisamente alla qualificazione alla fase a gironi dopo l’esclusione dello scorso campionato. Il tecnico turco, Aykut Kocaman questa sera schiererà un 3-5-2 nel quale non dovrebbe trovare spazio l’ex juventino Krasic, mentre in avanti scalpitano l’ex Liverpool Dirk Kuyt e Moussa Sow, altro innesto di valore prelevato dal Lille campione di Francia nel 2011.

Frei attaccante del Basilea

IL BASILEA ORFANO DI SHAQUIRI E XHAKA OSPITA IL CLUJ IN SERATA – Apre il programma delle 20:45 la sfida tra gli svizzeri del Basilea e i rumeni del Cluj. Gli elvetici, che l’anno scorso sorpresero tutti eliminando il Manchester United di sir Alex Ferguson, aspirano ad un posto nelle “magnifiche 32” per dare continuità al progetto europeo. Pur privi delle giovani “stelline” Xhaka e Shaquiri, ceduti durante il mercato estivo, i rossoblu possono contare su una squadra solida ed esperta, mentre in avanti si affidano alla coppia Frei-Streller, che assicura pericolosità e una buona dose di gol. Di fronte ci saranno i rumeni del Cluj, che partono senza i favori del pronostico, anche se non vanno affatto snobbati. I granata di Romania, tra le cui fila in passato ha militato De Zerbi e ha allenato l’attuale tecnico del Verona Mandorlini, sono una squadra compatta e senza grandi individualità, e si affidano in avanti a Kapetanos per pungere la retroguardia elvetica. Ci sarà anche un pizzico d’Italia in campo, visto che nel Cluj milita il difensore Piccolo.

Salomon Kalou

IL LILLE VA IN DANIMARCA, SENZA HAZARD E SOW. OCCHIO AL COPENAGHEN – Desta curiosità l’esordio stagionale in Champions dei francesi del Lille, che alle 20:45 saranno ospiti dell’FC Copenaghen. I transalpini, che tanto bene hanno fatto nella scorsa stagione, in estate hanno dovuto salutare il gioiellino Hazard e il bomber Moussa Sow, ma non hanno perso la brillantezza apprezzata nella scorsa edizione della massima competizione europea per club. Il tecnico dei francesi, Rudi Garcia, potrà contare tra i pali sull’esperto Landreau, mentre in avanti punta tutto sulla coppia composta da Salomon Kalou, che in estate ha salutato il Chelsea, e da Tullio De Melo, attaccante brasiliano che ormai fa parte della storia del Lille. Toccherà agli uomini di Ariel Jacobs sovvertire il pronostico che pende a favore dei francesi. Il Copenaghen, che può contare sul fattore campo per sorprendere gli avversari, punta tutto sulla solidità, affidandosi in attacco alle folate della coppia Cornelius-Santin.

Samaras, bomber del Celtic

 

HELSINGBORG-CELTIC, MENO IMPORTANTE MA DAL SAPORE DOLCE PER LARSSON – Helsingborg-Celtic sarà la partita dei ricordi per lo svedese Henrik Larsson, che ha vestito le maglie di entrambi i club prima di scrivere la storia come uno dei bomber svedesi più prolifici. I favori del pronostico sono tutti per il Celtic. Gli scozzesi, che in campionato hanno salutato i rivali di una vita, i Rangers, scivolati in quarta serie per motivi economici, provano a passare il turno contro i non irresistibili svedesi. Per entrare tra le magnifiche 32, a Samaras e compagni toccherà battere un’altra scandinava, dopo aver superato nel turno precedente i finlandesi dell’Helsinki. Non desta particolari preoccupazioni l’Helsingborg, che non solo non può contare su nomi di spicco, ma ha anche perso lo smalto della scorsa stagione, visto che in campionato è a -10 dalla capolista Elfsborg. Sarà però il calore del pubblico a fare la differenza: ai bianco verdi di Glasgow basterà infatti anche un pareggio, considerata la forte spinta che da anni assicura il Celtic Park durante ogni partita casalinga.

Lo stadio del Borussia M.

IN CHIUSURA IL BIG MATCH TRA IL BORUSSIA M. E LA DINAMO KIEV – Chiude la serata di Champions la sfida tra il Borussia M. e la Dinamo Kiev. Dopo aver stupito tutti in campionato, i tedeschi approdano in Champions, dove sperano di continuare a stupire. Peseranno però gli addii di Dante in difesa e di Marco Reus in attacco. Toccherà ad Alvaro Dominguez e a de Jong l’arduo compito di ben figurare davanti al nutrito pubblico teutonico. Di fronte ci saranno gli ostici ucraini, che in estate hanno salutato il senatore Andriy Shevchenko, l’attaccante che ha riscritto la storia della Dinamo e del Milan, ma si sono rinforzati in maniera importante per non fallire l’approdo alla fase a girone. La prima squadra di Kiev ha infatti concluso in estate gli arrivi di Ruben, Taiwo, Veloso e Kranjcar, che garantiscono classe ed esperienza, e la conferma della stella Yarmolenko è la chiave per i sogni dei tifosi ucraini. La sfida tra tedeschi e ucraini costituisce il vero big match di giornata, e non si escludono tante emozioni al Borussia Park di Moenchengladbach.

a cura di Enrico Gorgoglione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *