Redazione

La Bussola del Fantacalcio: Palermo

La Bussola del Fantacalcio: Palermo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

COME GIOCHERA’: Il sergente di ferro Sannino non è stato chiamato per fare miracoli, la sua missione è riportare l’ordine in una squadra che, la stagione scorsa, non ha proprio brillato per affidabilità e chiarezza di idee. Un bel 4-4-2 dovrebbe definitivamente mandare in soffitta l’utilizzo dei due trequartisti anche se Ilicic, Vazquez, Zahavi e Viola non sono propriamente degli esterni. Contando sulla perseveranza del tecnico campano e sulla pazienza di Zamparini, il Palermo può tornare a dire la sua a furia di carota e saggio uso del bastone.

I TITOLARI: L’arrivo di Ujkani ha fatto realizzare il sogno di Viviano: giocare nella sua Fiorentina. L’albanese si è dimostrato un portiere sicuro e sfrontato e non deluderà. I due esterni saranno Pisano e Mantovani ( giocatori talmente duttili da poter essere schierati anche in mezzo ) mentre in attesa del mercato CettoMunoz è la coppia di centrali difensivi. I loro dirimpettai di centrocampo saranno i sudamericani Barreto e Rios, senza dimenticare uno degli uomini migliori della passata stagione: Donati. Sulle fasce agiranno Bertolo e Brienza, con Ilicic pronto ad adattarsi e a scalare posizioni. Attorno a Miccoli agirà una punta a scelta fra Hernandez, Budan e il giovanissimo Dybala.

SCOMMESSE: Fra i rosanero ci si attende un costante avvicendamento fra i giocatori presenti in rosa ed è per questo che alcune pedine potrebbero risultare decisive pur non partendo fra i cosiddetti “top-player” di casa Palermo. Brienza sembra essere l’uomo della provvidenza, ma è pur sempre un attaccante che gioca tendenzialmente lontano dalla porta avversaria. Ilicic deve riscattarsi dalla stagione non proprio esaltante. Pisano è uno di quei difensori su cui avere un certo riguardo. ViolaKurticDybalaGarcia rappresentano quei nomi a sorpresa per dare un pizzico di follia alla propria rosa.

RIGORISTI: Miccoli in prima battuta, poi Hernandez e Ilicic si contendono un posto da secondo rigorista.

ASSIST: Insieme a Pirlo, uno degli assist-man più decisivi di tutto lo scorso campionato è stato proprio l’attaccante salentino ( 12 i bonus regalati per Miccoli ). Seguono Ilicic e Brienza: dai loro piedi possono passare quelle palle in grado di favorire gli inserimenti centrali, sfruttando la velocità di Hernandez e i tagli di Bertolo. Nicolas Viola, se ne avrà l’occasione, potrebbe essere il nuovo regista della squadra, un uomo di classe e di geometria che farebbe comodo a qualunque allenatore.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *