Redazione

Cuore Inter: Samuel e Milito piegano il Chievo

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

VERONA, 9 MARZO – L’Inter espugna il Bentegodi. La squadra allenata da Claudio Ranieri ha superato il Chievo nel finale di gara grazie a due gol firmati dalla vecchia guardia (Samuel e Diego Milito). Tre punti importantissimi per centrare l’obiettivo qualificazione Europa League e una grandissima iniezione di fiducia in vista dell’ importantissima gara di Champions League di martedì sera contro l’OM.

SORRENTINO IPNOTIZZA IL PRINCIPE – La gara inizia sotto il segno dell’Inter. I giocatori nerazzurri appaiono a loro agio nel 4-3-1-2 con Sneijder alle spalle del tandem offensivo Forlan-Milito. Il Chievo riesce a tener botta agli attacchi interisti fino al 14′: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Acerbi tocca maldestramente di mano il pallone. L’arbitro non ha esitazioni: calcio di rigore. Milito sul dischetto non è “freddo” come al solito e Sorrentino respinge facilmente un tiro forte ma centrale. L’Inter non si abbatte e pochi minuti dopo Sneijder colpisce la traversa con un bel tiro a giro. Il Chievo sta dietro e lascia sfogare i nerazzurri per poi ripartire. Ha la grande occasione di passare in vantaggio al 41′ quando Pellissier sfrutta una clamorosa indecisione di Lucio, ma non ha la lucidità superiore per superare Julio Cesar.

ARGENTINTER E LE LACRIME DI RANIERI – Il secondo tempo ricomincia con un Inter all’attacco e che si fa diverse volte viva dalle parti di Sorrentino. Di Carlo decide di ricorrere ai ripari: dentro Dainelli per Sammarco. Anche Ranieri vede che qualcosa lì davanti non funziona e toglie un apatico Forlàn per dare una chance a Pazzini. Col passare dei minuti il Chievo sale di condizione e mette in difficoltà l’Inter. Al 38′ Cambiasso sostituisce Poli, autore di una discreta prova. L’argentino appena entrato si divora un gol già fatto ad un passo dalla porta. Pochi minuti più tardi, sempre sugli sviluppi di un calcio d’angolo cambia la gara: Samuel scappa dalla marcatura tutt’altro che irresistibile di Acerbi e infila Sorrentino. Vantaggio Inter. Dopo aver subito il gol, il Chievo non da segnali di riprese e Javier Zanetti confeziona un assist al bacio che Milito non può sbagliare: 0-2.  E’ la vittoria dell’Inter, la vittoria del cuore ma soprattutto la vittoria di Ranieri. Al mister nerazzurro scappa una lacrima al secondo gol di Milito, segnale evidente che lui ci tiene davvero a far bene. Soddisfatti Moratti e i vertici societari dell’Inter presenti in tribuna al Bentegodi. Nel giorno del 104esimo compleanno del club, l’Inter ritrova sé stessa. Il regalo più bello che potesse farsi.

Michele Lestingi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *