Redazione

Real Madrid, una serata per allontanare i fantasmi

Real Madrid, una serata per allontanare i fantasmi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Esultanza dei blancos

MADRID, 28 MARZO – Sembra tornato il sereno nella “casa blanca”. Il Real Madrid vince a Nicosia nell’andata dei quarti di finale di Champions League (200ª vittoria nella competizione), ipoteca il passaggio del turno e riporta un pò di tranquillità nello spogliatoio.

Nelle ultime due settimane l’ambiente Real si era lasciato travolgere dagli eventi: in tre giorni aveva perso 4 dei 10 punti di vantaggio sul Barcelona a causa dei due pareggi con Malaga e Villareal, ma soprattutto aveva perso la testa nel finale di Ciudad Real. Le espulsioni, il silenzio stampa imposto dalla società (e ben accolto da Mourinho) sembravano presagire ad un finale di stagione sulla difensiva per gli uomini di Mou. Poi la reazione, prima con la vittoria schiacciante con la Real Sociedad e poi la serata di Nicosia. Serata che fino al minuto 73′ sembrava stregata, ma che oggi sembra la notte della rinascita. Volti sorridenti, Mou in conferenza stampa elogiando l’Apoel e congratulandosi con i suoi calciatori, Florentino Perez che si complimenta con tutto lo staff negli spogliatoi.

Il Real Madrid è pronto per lo sprint finale e ritrova la convinzione persa negli ultimi 15 giorni. La vittoria di ieri permette di concentrarsi al meglio sulla Liga che si decide probabilmente nelle prossime tre gare. Gli uomini di Mourinho sono attesi dalla trasferta contro l’Osasuna, poi ospiteranno il Valencia e affronteranno il derby con l’Atletico Madrid. Mantenere inalterato (oppure aumentare) il vantaggio dal Barça significherebbe il passo decisivo verso la Liga, considerando che gli uomini di Guardiola dovranno, presumibilmente, preoccuparsi del doppio incontro con il Milan.

Inoltre l’ultimo atto tra Real e Barcelona potrebbe consumarsi propio nella finale di Champions League (Bayern e Milan permettendo). Molto più di una finale, degno epilogo di una stagione che potrebbe vedere di fronte le due squadre, in questo momento, più forti d’Europa.

Andrea Pratello

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *