Sebastian Mongelli

Mercato Lazio, Diakitè e Granqvist aspettano i capitolini. Drenthe deve solo accettare

Mercato Lazio, Diakitè e Granqvist aspettano i capitolini. Drenthe deve solo accettare
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 14 AGOSTO – C’è ancora da trovare l’intesa col centrale francese mentre il genoano spera in un accordo tra le società. A giorni la scelta di Drenthe.

NIENTE ACCORDO – La Lazio e Diakitè non hanno ancora trovato l’accordo. L’agente del francese ha affermato di non aver avuto nessun contatto con altre squadre e che attende un segnale dalla società biancoceleste dato che la priorità del suo assistito è restare alla Lazio. La società ha offerto 650 mila euro all’anno mentre il giocatore chiede una cifra vicino al milione di euro e considerando che fino ad ora hanno pagato Garrido (che a ore passerà ufficialmente al Norwich City) 1,3 milioni all’anno e Biava che percepisce 1,2 milioni l’anno pur essendo 10 anni più vecchio la società non dovrebbe esitare ad avvicinarsi alle richieste di Mobido, soprattutto dopo una stagione dove ha dimostrato di essere migliorato sotto molti punti di vista mettendo in discussione il ruolo di titolare di Giuseppe Biava.

E L’AMICO PREZIOSI?Lotito e Preziosi avevano praticamente trovato l’accordo per il passaggio del difensore svedese in biancoceleste, ma De Canio ha bloccato tutto. Altro “pacco” del presidente genoano che dopo non aver riscattato Sculli, nonostante le promesse fatte a gennaio, sta per mandare in bianco Lotito che dopo Breno sta per perdere anche Granqvist. Il giocatore spera in un accordo tra le parti perchè sicuramente è un’ottima opportunità visto che la Lazio da 2 anni centra l’Europa e che quest’anno partecipetà all’Europa League, preliminari permettendo.

DRENTHE AD UN BIVIO – L’olandese a giorni deciderà il suo futuro, ha richieste da Inghilterra e Italia, e il fatto di non aver giocato nel campionato italiano potrebbe essere un motivo in più per sceglierlo. A parametro zero Drenthe è un affarone, Tare non lasciartelo scappare.

a cura di Sebastian Mongelli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *