Azio Agnese

Mercato Palermo, il dopo Balzaretti parla “algerino”?

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si cerca di intavolare una trattativa con la squadra rossonera per portare in rosanero Mesbah

Djamel Mesbah obiettivo del Palermo

Djamel Mesbah obiettivo del Palermo

PALERMO, 14 AGOSTO – Nonostante la bella prestazione in amichevole contro il Parma, vinta dalla squadra rosanero con il risultato di 4-1, la dirigenza siciliana è ancora a lavoro per rafforzare la squadra e permettere a Sannino di avere una rosa all’altezza della situazione puntando all’obiettivo di centrare l’Europa League. Con la partenza di Balzaretti, Perinetti e Cattani sono alla ricerca di un sostituto che non faccia rimpiangere il biondo laterale sinistro passato alla Roma.

FASCIA MANCINA – La situazione è complessa: partito Balzaretti e nonostante il Palermo in rosa si ritrovi 2 giocatori in grado di ricoprire quel ruolo, la dirigenza cerca altro: Mantovani viene considerato più un centrale difensivo mentre Garcia non sembra dare garanzie nonostante il campionato giocato da titolare l’anno scorso a Novara. Il primo indiziato è Djamel Mesbah, terzino sinistro del Milan: non sembra esserci ancora una trattativa ma dall’entourage del giocatore algerino parlano di un prepotente interessamento del Palermo e sicuramente dopo ferragosto si potrà definire il passaggio del giocatore ex Lecce in Sicilia. Dovesse sfumare Mesbah, Perinetti e Cattani hanno già pronta l’alternativa che risponde al nome di Cristiano Del Grosso che a Palermo potrebbe ritrovare il suo vecchio allenatore Sannino. In settimana si è parlato anche di Jokic ma il Chievo ha già fatto sapere che lo sloveno non si muove da Verona.

SFOLTIRE LA ROSA – Oltre a pensare a puntellare la squadra, la dirigenza rosanero ha l’obbligo di sfoltire un organico ritenuto numeroso. Il primo a partire dovrebbe essere il portiere greco Tzorvas che andrebbe ad accasarsi a Genova sponda rossoblu, come contropartita potrebbe arrivare in rosa Von Bergen, ritenuto un ottima alternativa al riscoperto Cetto. Altro giocatore con le valigie in mano è Mehmeti in procinto di passare al Novara, anche in questo caso si tratterebbe di uno scambio perché in Sicilia approderebbe Giorgi, l’esterno richiesto più volte da Sannino. A rafforzare la squadra piemontese, via Palermo, dovrebbero essere anche Di Matteo e Labrin che in prima squadra faticherebbero a trovare un posto tra gli 11 titolari. Farà ritorno in patria Vazquez che richiesto da parecchie squadre argentine non rientrà nei piani dello staff tecnico del Palermo.

MIGLIACCIO – Dovrebbe finire anche per lui l’avventura in rosa. Il roccioso mediano/difensore ha più volte espresso il desiderio di cimentarsi in una nuova avventura e di avvicinarsi verso casa ed il presidente Zamparini ha detto a più riprese che l’accontenterà. Per lui si parla di un interessamento insistente di Bologna, Atalanta e Sampdoria. Sembra in leggero vantaggio la squadra bergamasca visto che seduto sulla panchina bergamasca c’è Colantuono (l’allenatore che l’ha fatto esordire n serie A ndr). A non capire la volontà di cambiare aria del giocatore campano è una frangia di tifosi rosanero che durante la sfida contro il Parma ha riservato al calciatore napoletano un trattamento poco rispettoso (fischiandolo non appena messo piede in campo ed invitandolo ad andare via perché non più degno di indossare la casacca rosanero). Il giocatore non l’ha presa bene, perché ritiene di essere sempre stato onesto e di aver onorato la maglia rosanero in questi cinque anni di permanenza in rosanero ma spesso nel calcio l’onestà non paga.

Azio Agnese

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *