Antonio Foccillo

Calciomercato: il coreano Yoon Suk-Young al City libera Kolarov

Calciomercato: il coreano Yoon Suk-Young al City libera Kolarov
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MANCHESTER, 12 AGOSTO – Secondo l’edizione odierna del Daily Mail, il Manchester City è pronto a muoversi per il terzino sinistro sudcoreano Yoon Suk-Young. Il manager Roberto Mancini è rimasto colpito dal 22enne, che ha recitato un ruolo importante nella sua nazionale per la conquista del bronzo olimpico.  Dopo averlo visto anche in allenamento con la sua attuale squadra di club, il Chunnam Dragons, il  City spera che un’offerta di 1 milione di sterline sia  sufficiente per prelevare il difensore. Yoon è desideroso di seguire le orme del connazionale Park Ji-Sung , che ha giocato per i rivali dello United fino a questa estate.

L’ITALIA CHIAMA – Il suo arrivo libererebbe definitivamente Kolarov. Il terzino ex Lazio ha molte richieste in Italia, con Inter e Juve che monitorano la situazione, nonostante negli ultimi tempi queste due piste siano andate raffreddandosi. I nerazzurri sono in attesa di definire il futuro di Maicon, la strategia della società meneghina è chiara: prima si vende e poi si acquista. Per i campioni d’Italia invece il serbo resta ancora nella rosa dei papabili per il ruolo di esterno a sinistro, ma non in cima alla lista, vista la preferenza della società per Armero e Peluso.  Da non sottovalutare l’esplosione di Asamoah sull’out mancino che potrebbe far cambiare i piani della dirigenza bianconera. Fuori gioco ormai il Milan, che con il tesseramento di Zapata ha ormai esaurito i posti disponoibili per gli extracomunitari.

LE RAGIONI DI JUVE E INTER – Certo è che se la trattativa per portare Yoon al City si concretizzasse, Kolarov diventerebbe un’occasione troppo ghiotta per lasciarsela scappare, soprattutto per la Juve. I freschi vincitori della Supercoppa a Pechino incontrerebbero poche difficoltà nell’acquistare l’ex terzino della Lazio, con il City ormai pronto ad accettare il prestito con diritto di riscatto, formula finora rifiutata sia da Mancini che dall’Udinese per Armero. Il serbo è sicuramente uno dei migliori interpreti del ruolo in Europa, conosce il nostro campionato, ha maturato un’importante esperienza all’estero e in Europa, ha gamba, requisito fondamentale per la Juve “macinachilometri” di Conte e soprattutto un sinistro dalla distanza micidiale. Per la società di Moratti, l’ideale sarebbe un esterno basso a destra che dovrebbe andare a colmare il vuoto lasciato dall’eventuale partenza di Maicon. L’arrivo di Kolarov eventualmente potrebbe portare al sacrificio di Nagatomo sulla fascia opposta di competenza, ma sarebbe forse più logico puntare su un esterno destro naturale . L’unico ostacolo per la trattativa sarebbe l’ingaggio, che si aggira sui 4 milioni di euro annui, cifra che ha già fatto scappare alcune delle pretendenti, come il Napoli, altra squadra alla ricerca di un esterno a sinistra.

Antonio Foccillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *