Redazione

I cambi di Mourinho aprono la cassaforte cipriota. Apoel-Real Madrid 0-3

I cambi di Mourinho aprono la cassaforte cipriota. Apoel-Real Madrid  0-3
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Allenatore del Real Madrid

NICOSIA, 28 MARZO – Appuntamento con la storia per i ciprioti che disputano il loro primo quarto di finale di Champions League. Tutto esaurito a Nicosia e clima incandescente per gli uomini di Mourinho. Cristiano Ronaldo il più bersagliato dal pubblico.

L’Apoel parte a tutta velocità, ma deve subire le ripartenze degli spagnoli, comunque imprecisi negli ultimi 16 metri. La prima occasione vera è sui piedi di Özil che vede respingersi la conclusione ravvicinata. Poco più tardi altre due occasioni per il Real ma le conclusioni di Coentrao e Ronaldo non impensieriscono il portiere cipriota. La partita non è bella e stenta a decollare. L’Apoel sospinto dal propio pubblico non sta sfigurando e sembra non soffrire più del dovuto. Al 32’ però i difensori dell’Apoel si dimenticano di Benzema, ma il francese li grazia colpendo male a pochi passi dalla porta difesa da Chiotis. Il Real mantiene il pallino del gioco ma non riesce ad essere incisivo nel concretizzare le molte occasioni create.

Nella ripresa il copione non cambia, il Real fa gioco ma l’Apoel si difende bene pur correndo qualche comprensibile rischio. Al 62’ Mourinho decide di cambiare con gli ingressi di Kaká e Marcelo per aumentare la spinta offensiva.  Al 69’ ci prova Benzema ma la sua conclusione termina al lato, ma il francese deve aspettare solo altri 4 minti per festeggiare. I cambi danno ragione a Mourinho e la coppia Marcelo-Kaká innesca l’attaccante francese che di testa in tuffo non perdona. I ciprioti accusano il colpo e rischiano di subire subito il secondo goal:  Marcelo, scatenato, serve un altro assist per Benzema che non controlla adeguatamente. Sempre protagonista l’esterno brasiliano che all’82’ regala a Kaká la palla del secondo goal. Il brasiliano non sbaglia e chiude virtualmente il discorso qualificazione. Poco più tardi Benzema si divora un’altra rete a pochi passi dalla porta, come nel primo tempo, ma trova il tempo di farsi perdonare allo scadere quando, su assist di Özil, conclude a portiere battuto e fissa il risultato sul 3-0 per “los blancos”.

Troppo grande la differenza di valori in campo, l’Apoel tiene fino a quando il Real alza il ritmo. Il passivo poteva essere anche più alto. I ciprioti concluderanno la loro favola con il viaggio a Madrid tra una settimana.

Apoel – Real Madrid 0-3

Marcatori: 73’ Benzema, 82’ Kaká, 89’ Benzema

Apoel: Chiotis, Paursaitidis, Oliveira (8’ Kaká), Jorge, Boaventura, Morais (71’ Solari), Pinto, Caralabides, Trickovski, Alexandrou (46’Sousa), Almeida

Real  Madrid: Casillas, Arbeloa, Pepe, Ramos, Coentrao (62’ Marcelo), Sahin (83’ Granero), Khedira, Ronaldo, Özil, Benzema, Higuaín (62’ Kaká)

Ammoniti:

Espulsi:

Andrea Pratello

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *