Redazione

Juve, Bonucci e Pepe verso l’assoluzione

Juve, Bonucci e Pepe verso l’assoluzione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mister Conte rischia 10 mesi di squalifica

TORINO, 8 AGOSTO – Siamo al giorno del giudizio, il giorno della verità. Secondo indiscrezioni riportate da La Gazzetta dello sport, Leonardo Bonucci e Simone Pepe verranno assolti, mentre Antonio Conte verrà squalificato per 10 mesi. Spieghiamo nei dettagli i fatti.

I due giocatori juventini avevano rifiutato, nei giorni scorsi, il patteggiamento perché sicuri della loro innocenza: anche la Disciplinare si sarebbe convinta di ciò, in base all’attacco degli avvocati dei giocatori, alla fragilità dell’impianto accusatorio di Stefano Palazzi e alla dichiarazioni contraddittorie del super pentito Salvatore Masiello. Di fatto l’ordine giudicante ha ritenuto che non ci sono elementi sufficienti su Udinese – Bari per accettare le richieste della Procura. Oltre a loro verrebbero assolti anche Nicola Belmonte e Salvatore Masiello. Le richieste per loro erano pesanti: quattro anni per Belmonte, tre anni e sei mesi per Bonucci e Salvatore Masiello, un anno per Pepe, 50 mila euro per l’Udinese.

Per quanto riguarda Antonio Conte, invece, il discorso è diverso: per lui sono previsti 10 mesi di squalifica che lo terranno lontano dai campi di gioco fino al 9 giugno 2013, facendogli saltare di fatto un’intera stagione, Champions compresa. Si parla di Cesare Prandelli come sostituto del tecnico leccese, ma la Juventus ha prontamente smentito, ribadendo di non avere nessuna intenzione di sostituirlo. Si vocifera però, che ci sia un po’ di gelo tra le parti, tant’è che lo stesso Conte ha deciso di affidare la sua difesa all’On. Avv. Giulia Bongiorno per sentirsi più tutelato. Anche in caso di squalifica Conte potrà sempre appellarsi alla Corte di Giustizia, dove potrà chiedere l’assoluzione o comunque uno sconto di pena, per poi rivolgersi al Tnas (Tribunale Nazionale Arbitrale per lo Sport, ndr), per chiedere un ulteriore sconto.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *