Matteo De Angelis

Mercato Milan, Yanga Mbiwa in difesa. Kakà o Dzeko per l’attacco

Mercato Milan, Yanga Mbiwa in difesa. Kakà o Dzeko per l’attacco
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 7 AGOSTO 2012 – Il Milan si trova in America per la tournée estiva ma la società nel frattempo si sta muovendo sul mercato per rafforzare la squadra. Dopo le cessioni di Thiago Silva e Ibrahimovic non sono ancora arrivati i tanto sperati rinforzi. Ora però, a tre settimane dall’inizio del campionato, è il momento di fare sul serio.

DUBBI PER LA DIFESA – Tutti vogliono il Milan, il Milan non compra nessuno. Almeno per ora. Il mercato è entrato ufficialmente nel vivo e Adriano Galliani ha cominciato a sondare il terreno per i vari giocatori. I primi rinforzi riguardano il pacchetto arretrato: la cessione di Thiago Silva e l’addio di Alessandro Nesta hanno lasciato non pochi strascichi di malumore nell’ambiente rossonero. L’arrivo del solo Acerbi non può bastare per rafforzare la difesa di una squadra che punta a svolgere un ruolo da protagonista in Italia e in Europa. Da giorni si parla di un possibile arrivo di Yanga Mbiwa, capitano del Montpellier, fresco vincitore della Ligue 1. La squadra francese però non sembra intenzionata a “regalare” il giocatore ai rossoneri, ben sapendo che il Milan può offrire molti milioni dopo l’illustre cessione di Thiago Silva. Il centrale naturalizzato francese però è ben chiaro riguardo il proprio futuro: “Normale che il mio club faccia resistenza, sono il capitano, il simbolo della squadra. Ma spero che si trovi un accordo, il Milan è una grande squadra. Come si fa a dire di no?”. Per ora comunque l’affare sembra ancora lontano dall’atteso lieto fine. Bloccata sul nascere invece la trattativa per Nicolas N’Kolou, difensore del Marsiglia.  “Per noi N’Kolou è incedibileha dichiarato il presidente della squadra francese Labrune. La nostra è una posizione e una decisione definitiva”. 

KAKA’ O DZEKO IN ATTACCO – Situazione pressoché identica per il reparto avanzato. Tanti i nomi che circolano nell’aria ma per ora una sola certezza: Ibrahimovic non c’è più e urge un sostituto all’altezza dello svedese. L’amore per Kakà è ancora vivo nell’ambiente rossonero e un suo ritorno non è più così fantamercato. L’ostacolo però resta l’ingaggio del brasiliano, attualmente troppo elevato per gli standard della società di via Turati. Il Real Madrid è pronto a favorire la trattativa ma i blancos non sono disposti a pagare lo stipendio del giocatore. Kakà dovrà dunque accontentarsi di 4 milioni l’anno se vuole davvero riabbracciare i colori rossoneri. Stesso ingaggio del brasiliano è quello proposto a Edin Dzekoil gigante del Manchester City. Il bosniaco sarebbe l’alter ego perfetto di Ibrahimovic per posizione in campo e caratteristiche fisiche. E il giocatore ha fatto capire di volere il Milan: “Lo seguo sempre, mi piacerebbe giocarci“. C’è da convincere però lo scetticismo degli sceicchi, i quali non vogliono svendere il bomber ad una possibile rivale in Europa. Adriano Galliani è pronto all’offerta: prestito gratuito per il primo anno per poi dilazionare il pagamento del cartellino in 3 anni, con un riscatto fissato a 21 milioni. Il City però ne vorrebbe almeno 28. Probabilmente la situazione si sbloccherà al termine della tournée americana dei rossoneri. Allora la dirigenza potrebbe sferrare l’offensiva decisiva.

a cura di Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *