Redazione

Emilio Fede in Svizzera con 2.5 milioni in contanti

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sono in corso indagini della GdF sulla vicenda

Emilio Fede, direttore del Tg4

ROMA, 27 MARZO – Il direttore del Tg4 si sarebbe presentato, circa tre mesi orsono, presso un istituto di credito di Lugano con una valigetta contenente 2.5 milioni di euro in contanti.  I funzionari della banca, però, si sarebbero rifiutati di prendere in deposito la somma per assenza di documentazione idonea a garantire la provenienza del denaro, costringendo, così, Fede ha tornare sui suoi passi.

L’INDAGINE – La vicenda sarebbe avvenuta circa tre mesi fa e notizie in merito sono giunte in Italia a fine gennaio, proprio grazie alla segnalazione della banca elvetica. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo al fine di vagliare la fondatezza della segnalazione ed al momento sono in corso verifiche da parte della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Entrate. Le ipotesi di reato che potrebbero configurarsi, qualora la segnalazione trovasse fondamento, vanno dal riciclaggio all’evasione fiscale, oltre che tentata esportazione di capitali all’estero.

[smartads]

L’INDAGATO – Emilio Fede, il quale sarà a breve ascoltato dai pm, nega completamente l’accaduto, affermando che è tutto un complotto ai suoi danni ed annuncia querele. ‘’Qualcuno ha agito contro di me, per conto di qualche altro, si torna alla carica per mettermi in difficoltà e convincermi a lasciare la direzione del Tg4’’, questo è quanto avrebbe detto Fede appresa la notizia dai quotidiani.

Andrea Marini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *