Connect with us

La Opinión

Il marchio De Zerbi e la classe di Lopez. Sassuolo nuovo Leicester?

Pubblicato

|

Vola il Sassuolo di Roberto De Zerbi nella prima fase della Serie A

Il Sassuolo sta là su. 14 punti, solo uno in meno del Milan capolista, +2 dalla Juventus e dall’Atalanta e il miglior attacco del torneo, con 19 reti conquistate. Il Sassuolo sta là su e sogna, senza dirlo ad alta voce. E domenica pomeriggio, a pagarne le conseguenze, è stato il Napoli, regolato per 2 reti a 0 tra le mura amiche del San Paolo grazie alle reti di Manuel Locatelli e Maxime Lopez. Forse è presto per fantasticare, per parlare di cavalcate e farsi la bocca con i paragoni di Chievo, Leicester o chi più ne ha più ne metta. A Sassuolo pensano a lavorare. E, ovviamente, a divertirsi.

Il marchio di De Zerbi

Nello stile di gioco dei neroverdi è indubbia l’impronta dell’allenatore, quel Roberto De Zerbi che aveva fatto vedere cose buonissime già a Benevento e che è arrivato in Emilia Romagna nel 2018. Un undicesimo posto al primo anno, un ottavo piazzamento la passata stagione. Stavolta c’è l’Europa nel mirino: “Alla squadra ho detto che eravamo forti anche nei cambi: mi sembrava che non ci credessero fino in fondo. Io non vendo fumo” ha detto il tecnico in conferenza stampa, per poi continuare: “Se dico che possiamo vincere a Napoli vuol dire che è così”.

E la classe di Lopez

La partita del San Paolo porta con sé il marchio e la firma di quel Maxime Lopez che sta incantando tutti. Faccia da bambino, passaporto che dice classe 1997, ma già 110 presenze in curriculum, con la prestigiosa maglia dell’Olympique Marsiglia. “L’ho scelto perché sa giocare a calcio – ha detto ancora De Zerbi – Si abbina bene con Locatelli, ma tutti devono sacrificarsi di più. Se perdiamo lo facciamo come vogliamo noi, mostrando il nostro gioco e le nostre qualità”. La filosofia è semplice: non bisogna snaturarsi. Anche se si è in testa al campionato. Anche se intorno a te parlano di scudetto.

#Esposito prima, #Frabotta poi.
La serie A scopre talenti.
Ecco la lista dei più promettenti.

Pubblicato da SportCafe24 su Sabato 31 ottobre 2020

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24