Connect with us

Podcast

Allarme Serie A: 15 club non possono pagare gli stipendi | Podcast TG Sport

Pubblicato

|

crisi serie a

Continua a preoccupare la crisi economica nel calcio di Serie A. Il periodo di lockdown a causa del Coronavirus è la causa principale di questa crisi. La perdita totale è di 600 milioni di euro: 200 nella parte finale della scorsa stagione, altri 400 previsti entro dicembre.

Crisi Serie A, 15 club non possono pagare gli stipendi

A pesare per il 65% è il mancato ricavo dai botteghini, il restante 35% riguarda le sponsorizzazioni. Cifre enormi, che mettono a serio rischio la sopravvivenza delle società di calcio italiano. Secondo quanto riporta Repubblica, il 16 novembre scade il termine per pagare gli stipendi di settembre. A oggi, in Serie A, 15 società su 20 non saprebbero come fare.

Inter, recuperano i malati da Covid ma Conte perde nuovamente Sensi

Dal punto di vista sportivo, tira un sospiro di sollievo l’Inter, che sta recuperando man mano tutti i calciatori malati da Covid. Gli ultimi due in ordine di tempo sono Radu e Gagliardini. Sarà ancora out, invece, Stefano Sensi. Il centrocampista ha riportato un risentimento muscolare alla coscia sinistra, motivo per il quale resterà fuori dal campo almeno per altri 10 giorni.

GUARDA ANCHE: Milan scatenato: Tomiyasu e Lovato, idea Draxler a giugno! Milik in Premier League | Podcast Calciomercato

Napoli, Gattuso recupera calciatori. ADL presenta il ricorso per la gara con la Juve

Può sorridere Gattuso, che con il suo Napoli sta ottenendo risultati sorprendenti. Il tecnico ha infatti recuperato Elmas e Zielinski, risultati negativi al tampone dopo 20 giorni di positività. Nulla di preoccupante anche per Bakayoko, uscito per infortunio durante il match con il Benevento. Per il mediano solo un brutto taglio e una botta al ginocchio, ma le sue condizioni sono buone e potrà essere arruolato per il delicato match di Europa League di giovedì contro la Real Sociedad.

Intanto il Napoli ha depositato il ricorso, dopo la sconfitta a tavolino inflitta per la mancata disputa della gara con la Juventus. De Laurentiis ha atteso l’ultimo giorno utile e presentato il suo ricorso alla Corte d’Appello Federale. La società partenopea punta alla restituzione del punto di penalizzazione e alla nuova disputa del match con i bianconeri. Alla FIGC non resta che decidere la data del dibattimento che con tutta probabilità slitterà a Roma la prossima settimana.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24