Connect with us

Podcast

Cosa è successo nel weekend della Serie A? | Podcast TG

Pubblicato

|

Lukaku Inter Genoa

È stato un fine settimana ricco di reti e di colpi di scena quello che abbiamo appena vissuto. La sagra del gol e dello spettacolo era iniziata venerdì sera, con il rocambolesco 3 a 3 tra Sassuolo e Torino, per poi continuare nella giornata di sabato, quando sono arrivate tre partite che dicono molto sullo stato di salute di alcuni top team.

I passi indietro dell’Atalanta

Dopo la sonora sconfitta per 4 a 1 contro il Napoli, cade ancora l’Atalanta, regolata per 3 a 1 dalla Sampdoria di Claudio Ranieri. Le reti di Quagliarella (che ha sbagliato anche un calcio di rigore), Thorsby e Jankto fanno vacillare le certezze della Dea, che pure era reduce di una bella prova in Champions League. Ad assumersi la responsabilità della sconfitta è stato direttamente Gian Piero Gasperini, che ha dichiarato: “Sono partite in cui il responsabile è l’allenatore. Abbiamo fatto un’ottima gara ma siamo stati molto poco pericolosi, poi nella prima occasione loro ci hanno fatto gol. Oggi ho fatto io un po’ di esperimenti, era una sorta di cantiere“.

Sempre meno cantiere, invece, la Sampdoria di Claudio Ranieri, che sta ritrovando vittorie e fiducia. Il tecnico testaccino però vola basso: “Il nostro obiettivo resta la salvezza“.

Le conferme di Inter e Lazio

Segnali positivi arrivano anche per Antonio Conte e Simone Inzaghi, che contro Genoa e Bologna hanno visto le loro squadre segnare due gol. La firma, in entrambi i casi, porta il nome del bomber. Lukaku per l’Inter, Immobile per la Lazio.

Il belga si è dimostrato ancora una volta un centravanti moderno, in grado di fare il lavoro sporco di sponda e sportellate, ma anche di creare gioco, strappare in contropiede e, soprattutto, sbloccare la partita. Il gol del vantaggio contro il Grifone è un elogio alla sua tecnica e alla sua intelligenza che saranno le armi in più della squadra nerazzurra.

Discorso simile per la Lazio, che ripone tutte le sue speranze nei gol della Scarpa d’Oro. La partita dei biancocelesti non sarà stata sempre fluida e incantevole ma la squadra c’è e con un attaccante così il quarto posto è veramente vicino.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24