Connect with us

BetCafe24

Morata trascina la Juventus: chi giocherà al fianco di CR7?

Pubblicato

|

Dybala-Morata Juventus.

Buona la prima in Champions League per Mister Andrea Pirlo. I bianconeri, con la vittoria a Kiev, hanno ottenuto il primo successo stagionale lontano dall’Allianz Stadium. Una vittoria targata Alvaro Morata, autore della doppietta che ha fissato il punteggio sul 2-0. Un centravanti che era mancato nella scorsa stagione, quando Gonzalo Higuain aveva dimostrato di non poter più garantire quella presenza e quella continuità che avevano contraddistinto la sua esperienza in Italia, prima al Napoli e poi alla Juventus.

Un attacco giovane e di qualità

Morata, Kulusevski, Chiesa, con Juan Cuadrado a supporto. I 3 là davanti, proposti sia con il Crotone che con la Dinamo, hanno mostrato di essere degni della maglia della Juventus: se Morata l’aveva già dimostrato qualche anno fa, visto che tra poco spegnerà 28 candeline, Chiesa – 22 anni – e Kulusevski, 20, hanno messo in mostra una qualità e una personalità non indifferente. Lo svedese è un calciatore completo, con un sinistro molto delicato; l’esterno ex Fiorentina dà tutto in campo, puntando molto spesso l’uomo e aumentando l’indice di pericolosità offensivo di tutta la squadra. Giovani, dunque (anche se Morata non può essere considerato tale), ma di grande qualità, per completare quella rivoluzione di entusiasmo e gioventù richiesta da Andrea Agnelli dopo l’eliminazione contro il Lione.

Chi gioca ora?

Nessuno ha dimenticato che la Juventus ha in rosa un certo Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese attende con ansia il tampone negativo che lo porterà a tornare in campo non appena possibile, con la speranza di poterlo vedere contro il Barcellona mercoledì prossimo. Il posto, per lui, è assicurato. E con lui, chi giocherà?
Con tutta probabilità, troverà tanto spazio Chiesa, che non giocherà nei due avanti, ma si alternerà a Cuadrado e Alex Sandro sulle fasce; ci sarà, dunque, abbondanza in avanti, con Morata, Kulusevski e, ovviamente, Paulo Dybala a contendersi un posto. È probabile, però, che qualcuno potrà essere spostato anche sulla trequarti, alternandosi con Aaron Ramsey, apparso in gran forma in Ucraina. Insomma, per Pirlo c’è tanto da lavorare, ma c’è anche grande abbondanza nel reparto che, probabilmente, la scorsa stagione ha deluso di più per potenzialità. E allora, nel periodo più intenso dell’anno, con 3 settimane in cui si giocherà ogni 3 giorni, Pirlo dovrà dare spazio a tutti, trovando la giusta quadra a una squadra che è ancora un cantiere, ma che dimostra di poter fare grandi progressi.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24