Connect with us

Juventus

Lo sfogo di Dybala e le ombre sul rinnovo con la Juve

Pubblicato

|

Dybala Gli Sfigati del Lunedì

Quasi 100 gol con la Juventus, un amore per la maglia dimostrato in tante altre circostanze, ma tutto questo sembra non bastare. L’avventura di Paulo Dybala alla Juventus è stata sempre costellata di dubbi, derivanti dalle grandi aspettative sul ragazzo, dalla sua collocazione tattica, dai paragoni importanti, dal numero di maglia che negli ultimi anni veste. E l’inizio di stagione bianconera ha destato ancora altri problemi: dove giocherebbe Paulo nel modulo di Pirlo?

Lo sfogo

Dopo la partita di Crotone, c’è stato un alterco tra Dybala e Paratici negli spogliatoi dello Scida. Per la seconda partita consecutiva, Dybala si è scaldato e non è entrato in campo: l’argentino si è sfogato, dunque, con il direttore sportivo. È tutto rientrato, poi, quando il giorno dopo, Pirlo e la Joya si sono parlati. Il clima, però, non è molto sereno: quando Ronaldo tornerà in campo, i posti in attacco saranno due e ci sono CR7, Morata, Kulusevski e Dybala. Il neo tecnico bianconero ha sempre detto di voler giocare con il centravanti, Kulusevski sta dimostrando grandi qualità e il ruolo di trequartista che si sacrifica molto in fase difensiva potrebbe non essere molto adatto a Paulo. Dove rientrerà nelle rotazioni?

Il rinnovo

Le problematiche non nascono soltanto per questioni di campo; da tempo, la Juventus e Dybala stanno negoziando un contratto che è in scadenza nel 2022. Le parti si sono avvicinate tante volte, ma non è mai arrivato il sì definitivo. Paulo vuole un ruolo centrale, la Juventus vuole darglielo ma entro certi limiti, visti i problemi finanziari dettati dal post Covid. La questione, dunque, potrebbe rivelarsi spinosa, anche se molte fonti suggeriscono che la prossima settimana ci sarà un incontro tra il suo procuratore Jorge Antun e la dirigenza bianconera.

Imprescindibile

Le critiche per Dybala sembrano, però, fuori luogo. L’anno scorso è stato fondamentale per la vittoria del nono scudetto consecutivo, è il calciatore in rosa che ha segnato più gol con la Juventus ed è attaccatissimo alla maglia, come dimostrano le lacrime nel giorno dell’eliminazione dalla Champions League con il Lione. La Juventus ha il dovere di provare a far continuare il rapporto con uno dei suoi migliori calciatori del decennio, così come Dybala deve cercare di aiutare la causa quanto più possibile. Ma una Juve senza Joya, in questo momento, non è nemmeno da prendere in considerazione.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24