Connect with us

Storie di sport

Osimhen e Simy, la forza di un messaggio antiviolenza: cosa succede in Nigeria?

Pubblicato

|

“Stop alla violenza della polizia in Nigeria”: è l’appello che arriva direttamente dalla serie A, lanciato da due che la Nigeria ce l’hanno nel sangue: Victor Osimhen e Simy Nwankwo.

Per il primo, Osimhen, un messaggio speciale lanciato in una giornata altrettanto speciale che sicuramente ricorderà. segna il suo primo gol in Italia con la maglia del Napoli, sancendo così il meraviglioso poker all’Atalanta, ed esibisce una maglietta davanti alle telecamere subito dopo l’esultanza e l’abbraccio con mister Gattuso. Stesso gesto compiuto anche da Simy, centravanti del Crotone, dopo aver segnato alla Juventus. Calcio di rigore trasformato alle spalle di Buffon e maglietta con la stessa scritta anche per lui.

Il senso dell’appello è tanto semplice quanto profondo: i due hanno voluto richiamare l’attenzione internazionale sulle proteste iniziate nel loro Paese. In Nigeria, infatti, da quando la polizia e le forze armate sono state schierate per le strade per controllare il rispetto delle restrizioni imposte per contenere l’epidemia da coronavirus, sono aumentati i casi di violenza. Molti medici hanno segnalato aggressioni, estorsioni e detenzioni arbitrarie da parte delle forze di sicurezza. Nelle prime due settimane di marzo, secondo la National Human Rights Commission del paese, le forze dell’ordine hanno ucciso più persone di quante ne abbia uccise il coronavirus. Risultano 12 morti a causa della pandemia e 18 persone uccise dagli agenti mobilitati per imporre posti di blocco e altre misure per limitare la circolazione delle persone.

OSIMHEN E SIMY, MESSAGGIO ANTI-VIOLENZA

Messaggio Anti Violenza Napoli

Estorsioni, pestaggi, detenzioni arbitrarie. Le aggressioni da parte della polizia e delle altre forze armate contro i civili non sono una novità in Nigeria. La la loro intensificazione nel contesto di una crisi sanitaria, però, costituisce un’ulteriore minaccia e difficoltà nella gestione della pandemia. Tantissimi i messaggi per chiedere al Governo nigeriano di mettere fine allo spiegamento della SARS. Quasi 30 mln di Tweet con tanto anche di prove relative a omicidi, furti, stupri, torture, arresti illegali, umiliazioni messe a segno dagli agenti.

Prima, dunque, la gioia dell’esultanza per i due, poi un pensiero verso la propria terra d’origine. Ancora una volta martoriata, ancora una volta sofferente. La speranza è quella che il grido silenzioso di Simy ed Osimhen e quello di tutta la popolazione nigeriana, possa avere finalmente ascolto.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24