Connect with us

Prima Pagina

Pirlo non ha paura di un Morata-bis

Pubblicato

|

Chiesa via dalla Fiorentina?

Mancano poche ore a Crotone-Juventus: i bianconeri di Andrea Pirlo scenderanno per la prima volta in campo a ottobre, dopo che la partita prima della sosta contro il Napoli non è stata giocata e, in attesa del ricorso in appello, è stato decretato il 3-0 a tavolino a favore dei campioni d’Italia. Problemi per l’allenatore della Juventus, che si troverà costretto a rinunciare a Mckennie e a Ronaldo, positivi al Covid.

Dybala o Chiesa?

Sicuri di un posto in attacco Dejan Kulusevski e Alvaro Morata, mentre da decidere chi completerà il tridente, visto che anche Ramsey è tornato acciaccato dalla Nazionale e non è stato convocato per la trasferta in Calabria. Ci sarebbe Dybala, ma non si sa se l’argentino è ancora pronto per partire dall’inizio: la Joya ha avuto anche problemi gastrointestinali in Nazionale. Per questo motivo salgono le quotazioni di Federico Chiesa, che avrà praticamente un solo allenamento con i compagni.

Morata-bis?

Chiesa potrebbe ripercorrere le orme di Alvaro Morata, schierato in campo contro la Roma solo con un paio di allenamenti con il gruppo. Partita non certo indimenticabile da parte dell’ex Chelsea e Atletico Madrid, con lo spagnolo quasi completamene avulso dalla manovra e cercato poco dai compagni. Sicuramente il tenore dell’avversario sarebbe minore, con i bianconeri che affronteranno una neopromossa e non la Roma, però si rischierebbe comunque di mandare il ragazzo contro molte critiche nel caso di una brutta prestazione.

Il coraggio di Pirlo

Se c’è una cosa che ha dimostrato di avere Andrea Pirlo, in questi primi mesi da allenatore, è stato il coraggio. Ha messo alla porta tanti giocatori, a partire da Higuain e Matuidi, finendo con De Sciglio, a cui ha preferito il giovane Frabotta, per fare alcuni esempi; non sarebbe di certo un problema per lui schierare subito Chiesa e fare da parafulmine in caso di critiche. Ciò che è sicuro è che le scelte di Pirlo potrebbero portare a una Juventus giovane e motivata, per riavere un entusiasmo totalmente mancato l’anno scorso sotto la guida di Maurizio Sarri.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24