Connect with us

La Opinión

Scaricare Higuain e puntare su Suarez: El Pistolero è la scelta giusta per la Juve?

Pubblicato

|

suarez juventus higuain

Questa strana sessione di calciomercato estiva è stata caratterizzata da un particolare fattore per i club italiani: tutti hanno bisogno di acquistare, ma in pochi ci riescono. Ecco perché, forse come non accadeva più da qualche anno, tutto si ridurrà agli ultimi giorni di mercato. A dover piazzare il colpo grosso è anche la Juventus, alla ricerca di un nuovo centravanti. La punta è essenziale e Andrea Pirlo l’ha richiesta. A poco meno di una settimana dall’inizio del campionato, infatti, i bianconeri non hanno ancora un attaccante centrale.

La strategia della Juventus è stata chiara: disfarsi dell’ormai “vecchio” Higuain e puntare su un nuovo centravanti. Eppure in questa strategia qualcosa stona. Già, perché la Juventus ha ristretto la ricerca di un nuovo attaccante a soli due nomi: Luis Suarez o Edin Dzeko. Rispettivamente 33 e 34 anni. Ovvero entrambi più “anziani” del Pipita (32 anni, ndr), ma ritenuti calcisticamente ancora “giovani. Se la carta d’identità delle tre punte dà torto alla Vecchia Signora, il rendimento dei tre nell’ultima annata non è in discussione.

Suarez al posto di Higuain, scelta giusta per la Juventus?

Higuain, anche a causa di problemi fisici e personali, non ha brillato. In Serie A ha collezionato 32 presenze mettendo a referto 8 gol, 8 invece le presenze in Champions League con sole 2 reti. Di ben altro spessore il rendimento del Pistolero. Con il Barcellona sono stati 16 i gol in Liga ma realizzati in 28 presenze, a cui vanno aggiunti altri 5 gol in 7 presenze di Champions League. Insomma, i numeri parlano chiaro: Suarez – almeno sulla carta – rappresenterebbe uno step in avanti per le bocche di fuoco juventine.

I dubbi sull’acquisto dell’uruguayano, semmai, vertono su un altro aspetto. Suarez è l’attaccante che serve davvero alla Juventus? Le sue caratteristiche non si distanziano troppo da quelle di Higuain. Sono due calciatori d’area di rigore, letali nei 16 metri e bravi nel gioco di squadra (l’argentino più propenso a venire in contro, l’altro più efficace nella ricerca della profondità) ma poco avvezzi al sacrificio. E quando in squadra c’è già Cristiano Ronaldo, serve che gli altri corrano un po’ di più.

suarez juventus higuain

Dzeko la soluzione ideale?

Ecco perché l’eventuale acquisto di Dzeko non può essere sottovalutato, anche perché la Roma non è certa di riuscire a trattenerlo. Il bosniaco ha realizzato 16 gol nell’ultimo campionato in 35 presenze con la maglia della Roma. In Europa League sono 3 invece le reti in 8 presenze. Quello che caratterizza Dzeko rispetto agli altri attaccanti è la capacità di dialogo, straordinario, con i compagni d’attacco. I 14 assist stagionali in giallorosso sono una garanzia sotto questo punto di vista.

Inoltre Dzeko è l’attaccante – tra quelli accostati ai bianconeri – che più ricorda Mandzukic. Ovvero il partner che meglio si è integrato con Cristiano Ronaldo in questa avventura alla Juventus. Ecco perché il suo acquisto, anche per i costi più contenuti in riferimento al suo ingaggio rispetto a quello di Suarez, non sarebbe da scartare.

Comunque sia, tra Dzeko e Suarez, la Juventus avrebbe garanzie di gol. Quelle garanzie che i bianconeri sentivano da non poter più ottenere dal “vecchio” Higuain, salutato con la rescissione del contratto. Ma come sempre sarà il campo a dire se, la scelta di salutare in fretta e fura il Pipita, sia stata quella giusta.

SPORTS AGENCY SC24

Facebook

BETCAFE24

Trending