Connect with us

BetCafe24

Futuro Maurizio Sarri, ancora tanta Juve. E poi cosa succederà?

Pubblicato

|

Futuro Maurizio Sarri che sa tanto, ed ancora, di Juventus. L’allenatore toscano, alla vittoria del suo primo scudetto, ieri ha dato una bella botta alle critiche. Troppe, ed in alcuni casi anche ingiustificate. Le immagini dagli spogliatoi riconciliano Sarri con parte della propaganda bianconera che voleva un allenatore schiavo dei suoi uomini e non in sintonia coi suoi senatori. Tutt’altro: la direzione in cui si naviga è una per tutti e la conferma della società è più di una benedizione in questo senso. No, non c’entra il contratto. C’entrano una serie di sensazioni. La prima, che quest’anno si siano gettate le basi per il prossimo; la seconda, che l’impronta sarrista si vedrà nel lungo periodo; la terza, più importante, quella di plasmare una squadra a immagine e somiglianza del tecnico. Dopo un anno di transizione ora si può. Sul futuro di Sarri abbiamo già detto, ora rifacciamo il punto della situazione nel nostro Osservatorio odierno.

Futuro Maurizio Sarri, ancora e sempre Juve 100%

Il contratto, nel calcio di oggi, è un optional. Sarri resta alla Juve perché la Juve vuole che Sarri resti. Ciò significa pianificare, assieme al tecnico, il domani bianconero. Le incertezze sul futuro erano perlopiù chiacchiere, perché la Juve non ha avuto il minimo dubbio sul cammino da proseguire. Ora si dovrà pianificare la prossima stagione con un mercato fatto su misura da Sarri. Che, diciamolo, potrebbe presto vedersi esteso il suo contratto. Non subito certamente ma nel prossimo futuro, soprattutto se quanto di buono fatto vedere in questa stagione dovesse migliorare nella prossima. E soprattutto se dalla Champions arriveranno le notizie che tutto il popolo bianconero aspetta ormai da tempo immemore.

Per la nona volta consecutiva, i bianconeri sono campioni d'Italia. Primo trofeo per Sarri!Intanto la dirigenza…

Gepostet von SportCafe24 am Montag, 27. Juli 2020

Improbabile l’ipotesi Fiorentina 5%

Parlavamo di Fiorentina, qualche mese fa. Sarri è fiorentino, di Figline Valdarno ed in fondo tifoso viola. Era la prima scelta se con la Juve fosse andata male. Ora, che con la Juve sta difatti cominciando la sua era, un anno dopo l’effettivo accordo raggiunto con la Signora, Firenze pare essere una piazza lontana per prospettive e ambizioni. Non esisterà, probabilmente, un’altra squadra italiana per Sarri. Troppo è il livello della Juventus.

Un domani senza Juve: Sarri alla guida della Nazionale 60%

C’è una terza opzione per il domani di Sarri, un domani dove però la Juve è lontana. Il tecnico, infatti, potrebbe essere l’erede di Roberto Mancini se, come ci auguriamo, tutto filerà liscio fino a Qatar 2022. Dopo aver allenato un top club come la Juve, e vinto come ci si augura anche in Europa, per Sarri il degno epilogo sarebbe quello di plasmare un gruppo nazionale come fece già Lippi a suo tempo, proprio provenendo dalla Juventus. Una ipotesi, nulla più oggi. Chissà, forse, tra qualche anno…

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24